Per oltre 15 anni la scuderia Benetton è stata una delle maggiori protagoniste della Formula 1, spesso molto competitiva anche per il titolo iridato piloti, che vinse due volte con Michael Schumacher, riuscì a centrare in una sola occasione il primato nella classifica costruttori finale, che coincise con il biennio più florido del team italiano cominciato nel 1994 con la prima vittoria del tedesco.

Un inizio di stagione turbolento.

Nella stagione 1995 la Benetton monta lo stesso motore Renault V10 utilizzato dalla Williams e il campione del mondo Michael Schumacher è affiancato dal britannico Johnny Herbert. Il mondiale parte subito con qualche polemica: a Interlagos il tedesco vince la prima gara stagionale, dopo il ritiro del rivale Damon Hill, ma la vittoria viene prima annullata per non conformità del carburante utilizzato e poi invece confermata dalla FIA, che decise però di non attribuire i punti alle squadre valide per il campionato costruttori. Nelle prove successive però appare chiaro che la lotta per il titolo piloti e per quello costruttori sia in realtà un duello esclusivo tra la Benetton e la Williams.

Podio con Briatore 1995

L’allungo di Schumi verso i titoli iridati.

Dopo otto GP, esattamente a metà stagione, il giovane Schumi è in testa alla classifica con undici punti di vantaggio sul rivale inglese, ma nella seconda parte dell’annata arriverà l’allungo decisivo del campione di Hurt che con due gare d’anticipo conquista il suo secondo alloro nel Circus sul Circuito di Aida nel Gran Premio del Pacifico. In quello successivo, in Giappone, arriverà poi anche lo storico titolo costruttori per la scuderia italiana, sfuggitole per pochi punti l'anno precedente.

La prima e unica volta della Benetton.

Alla fine la Benetton chiuderà con 137 punti e 11 vittorie, grazie anche alle buone prestazioni del secondo pilota Johnny Herbert, che durante la stagione vince a Silverstone e a Monza e si piazza regolarmente a punti, dando il suo importante contributo alla squadra di Flavio Briatore. Quello centrato dalla scuderia italiana nell'ultima stagione con Schumacher come prima guida, il tedesco infatti passerà alla Ferrari l’anno successivo, sarà l’unico titolo costruttori portato a casa dal team fondato dall’imprenditore Luciano Benetton nel 1985 che sarà tra i protagonisti del Circus fino al 2001.

SCHUMACHER Benetton