Nanoflowcell è un'azienda che si occupa della produzione di nuove tecnologie per l'industria automotive. Il brand svizzero ha sviluppato un particolare sistema di alimentazione basato su due fluidi elettrolitici che producono corrente elettrica. Sfruttano questa tecnologia nasce il marchio Quant, che propone supercar elettriche dalle prestazioni eccezionali, abbinate a livelli di autonomia elevatissimi. Nanoflowcell conferma la sua presenza al Salone di Ginevra 2017 ed anticipa grosse novità in arrivo.

Due serbatoi di liquido producono elettricità.

in foto: Quant 48Volt.

Dopo la Quant-e Sportlimousine, il marchio svizzero ci riprova con una vettura di dimensioni più compatte. La nuova Quant 48volt propone un nuovo sistema di alimentazione a basso voltaggio in abbinamento alla tecnologia flow cell. Il suo funzionamento si basa su due serbatoi al cui interno viene caricato del fluido elettrolita basato su una miscela di acqua e sale. Questi due liquidi si differenziano per la presenza di una carica positiva o negativa. L'incontro dei due fluidi all'interno delle Nanoflowcell genera la corrente elettrica necessaria ad alimentare i motori elettrici. I vantaggi di questo sistema sono innumerevoli, a partire dall'eliminazione dei tempi di ricarica delle batterie e dell'ingente prezzo delle stesse. Il fluido è totalmente riciclabile e può essere erogato dalle comune pompe di carburante. Secondo il costruttore, i due serbatoi riescono a garantire un'autonomia di ben 1.000 Km.

La Quant 48Volt.

Nanoflowcell Quantinoin foto: Il design della Quant 48Volt seguirà la scia della precedente Quantino.

La vettura che sarà presentata al Salone di Ginevra 2017 si presenta come una supersportiva di dimensioni compatte. Il design della vettura è ancora un mistero, dato che il costruttore non ha ancora rilasciato foto ufficiali. L'unica immagine mostra il retrotreno della Quant 48Volt che presenta una coda rastremata e ben curata dal punto di vista aerodinamico. Il tetto gode di una doppia gobba per migliorare lo spazio interno. Il powertrain della supercar si basa su quattro motori elettrici da 140 kW, che forniscono una potenza complessiva di 760 CV. L'utilizzo di quattro unità abilita la trazione integrale. La novità, rispetto ai precedenti prototipi, sta nell'utilizzo di un impianto elettrico a basso voltaggio da 48 Volt che garantisce una migliore gestione energetica. Il sistema flow cell si basa su sei celle disposte in serie e dotate di una nuova membrana ad alta efficienza. Con queste credenziali, la Quant 48Volt riesce a viaggiare per 1.000 Km con un solo pieno di "acqua e sale". La lunga autonomia va abbinata a prestazioni straordinarie: lo scatto da 0 a 100 Km/h viene coperto in 2,4 secondi mentre la velocità massima è limitata elettronicamente a 300 Km/h.