in foto: Partenza agli Internazionali 2016

L’attesa per quella che si annuncia come la più incredibile stagione MXGP di tutti i tempi sta per finire. L’inedito grande confronto inizierà già dagli Internazionali d’Italia di Motocross, perché è lì che si affronteranno per la prima volta in pista, nella 450, i Campioni del Mondo della MXGP degli ultimi tre anni, Cairoli, Febvre e Gajser, con il tre volte Campione del Mondo della MX2 Jeffrey Herlings. E dunque tutto il pubblico italiano vedrà, in “anteprima mondiale assoluta”, l’esclusivo antipasto di questo lunghissimo confronto, che può essere forse considerata giustamente “la sfida del secolo”.

Anche quest’anno il calendario degli Internazionali MX prevede tre Round, e le piste selezionate riproducono un vero e proprio banco di prova per i piloti di MXGP ed MX2. E altrettanto significativo lo è per i Team, che devono testare e raccogliere le informazioni circa la competitività dei loro mezzi. Le location, come accade ormai da diverse stagioni, formano un ideale “giro d’Italia”, che parte dalla Sardegna, sulla ormai famosa tremenda pista di sabbia di Riola Sardo (OR), per poi trasferirsi in “continente”. Prima approderà sui saliscendi della bellissima pista romana di Malagrotta, da sempre base dell’otto volte iridato Tony Cairoli e del Team De Carli ed infine nell’inferno di sabbia della pista “South-Milan”, l’ultra-moderno impianto di Ottobiano (PV), dove sarà incoronato il Campione degli Internazionali MX 2017.

Sempre tre le categorie in gara: la 125, la MX2 e la MX1; queste ultime due daranno poi vita agli entusiasmanti duelli delle Superfinali in chiusura di giornata, quelle a cui è riservato il favoloso montepremi in palio: €120.000,00. Nota tecnica importante: i piloti potranno testare per la prima volta in gara le griglie di partenza introdotte nel regolamento 2017 dalla F.I.M./Youthstream.

Evgeny Bobryshev, campione in carica nella classe Elitein foto: Evgeny Bobryshev, campione in carica nella classe Elite

Lunghissimo e di grande prestigio, come ogni anno, l’elenco iscritti per tutto il Campionato che prende il via con la prima prova da Riola Sardo (OR). Attualmente sono il meglio dei nomi del Mondiale MXGP, come quello del Campione del Mondo in carica, Tim Gajser e del suo compagno nel Team Honda HRC Evgeny Bobryshev, Campione in carica della classe Elite degli Internazionali. Oltre ai due alfieri HRC, saranno presenti anche le due Honda di Alessandro Lupino e Guillod, in sella alle CRF 450 gestite dal team Assomotor. Presente al via anche lo squadrone KTM Factory, che schiererà tutti e tre i piloti ufficiali: l’otto volte Campione del Mondo Tony Cairoli, il suo compagno di squadra Coldenhoff, il tre volte iridato in MX2 Jeffrey Herlings ed il pilota del Team Marchetti, Butron. A difendere i colori della Factory Yamaha ci saranno i due piloti ufficiali del team Rinaldi, Romain Febvre, Campione del Mondo MXGP 2015, e Jeremy Van Horebeek, Campione della MX1 agli Internazionali del 2016, oltre all’iridato 2008 David Philippaerts, in sella alla YZF 450 gestita dalla suo stesso team. Ad affiancarli anche il binomio del team Wilvo Yamaha composto da Simpson e Tonus. Presenti al cancelletto, gli alfieri del team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing, Gautier Paulin e Max Anstie, insieme con Max Nagl, proveranno ad inserirsi nella lotta fra campioni del mondo. In pista anche le Husqvarna del Team Ottobiano, con i due esperti rider Leok e Gonçalves, oltre agli sloveni Irt e Gercar e ad una nutrita pattuglia di piloti azzurri.

Michele Cervellin, campione in carica nella classe MX2in foto: Michele Cervellin, campione in carica nella classe MX2

In MX2 il Campione in carica degli Internazionali MX2, Michele Cervellin, sarà al via in sella alla 250 ufficiale gestita dalla HRC e dovrà vedersela con l’alfiere della TM Factory, Samuele Bernardini, che guiderà la pattuglia degli sfidanti in sella alla moto pesarese. In pista anche le Yamaha ufficiali preparate dal Team Kemea, con Van Doninck e Paturel ed il giovane Van De Moosdijk del team DP19. KTM schiererà i suoi due piloti ufficiali Jonass e Prado, oltre al trio olandese della squadra HSF Logistic, formato da Potijes, Boogers e Vlaanderen. Presenti al via anche la giovane promessa azzurra Joakin Furbetta, il pilota del team Marchetti Ivo Monticelli e Davide Cislaghi, tutti su KTM, mentre il Team Ottobiano farà debuttare sulla Husqvarna lo spagnolo Larranaga.

In 125 la pattuglia dei giovani azzurri è numerosissima; Raffaele Giuzio, Andrea Zanotti e  Alessandro Facca, sono solo alcuni dei nomi che saranno al via con le KTM, mentre con le Husqvarna ci saranno Alessandro Manucci e Gianluca Facchetti, pronti a dare battaglia per aggiudicarsi il titolo della classe cadetta, sfidando i numerosi piloti stranieri presenti al via.