in foto: Fernando Alonso – Getty Images

"Ho sempre detto che vorrei ottenere la Triple Crown" ribadiva Fernando Alonso subito dopo l'ufficialità della sua partecipazione alla 500 Miglia di Indianapolis. Lo spagnolo è determinato a raggiungere il proprio obiettivo e dopo la tappa americana, che lo costringerà a saltare il Gran Premio di Monaco, ha deciso di raddoppiare: secondo un'indiscrezione lanciata dal quotidiano spagnolo Marca, infatti, il pilota della McLaren parteciperà anche all'edizione 2018 della 24 Ore di Le Mans con il team Porsche.

Già riattivati i contatti con i tedeschi.

Il futuro dell'ex ferrarista appare sempre più lontano dal mondo della Formula 1. Già nel 2015 Alonso aveva trovato un'intesa con i  francesi per correre la corsa di durata più famosa del mondo, ma fu costretto a rinunciare per volontà di Ron Dennis, allora presidente della McLaren, che vedeva la Porsche come una delle principali concorrenti della scuderia tedesca. Ora, con l'arrivo di Zak Brown ed Eric Poullier, il due volte campione del mondo di Formula 1 sembra avere il pieno supporto della scuderia per correre in Francia tanto da aver già riattivato il suo accordo preliminare con la prestigiosa casa automobilistica tedesca.

Graham Hill nel mirino.

Gli scarsi risultati ottenuti in pista stanno spingendo Alonso a guardare sempre più in la: con una McLaren come quella di inizio campionato è impossibile anche solo pensare di lottare per la vittoria in Formula 1 e così il nuovo obiettivo dell'asturiano è la Tripla Corona, premio statistico che si assegna a chi, nel corso della propria carriera, riesce a vincere il Gran Premio di Montecarlo (o il campionato di Formula 1), la 500 Miglia di Indianapolis e la 24 Ore di Le Mans. Fino ad ora nella storia dell'automobilismo c'è riuscito solo il britannico Graham Hill che vinse due campionati del mondo di F1, la gara americana nel 1966 e quella francese nel 1970: Alonso è pronto a ricalcare le sue orme e sembra disposto a tutto pur di riuscirci.