Il brand di Ingolstadt sfrutta al meglio il suo bagagliaio tecnico e applica una piccola rivoluzione alla sua supercar di riferimento. La Audi R8 debutta ufficialmente al Salone di Francoforte (14-24 settembre 2017) con l'esclusiva variante V10 RWS. Questa nuova edizione limitata è l'unica della gamma ad essere dotata della trazione posteriore. La scelta di passare dalle 4 alle 2 ruote motrici nasce dall'esigenza di portare su strada l'esperienza di guida delle R8 LMS da gara.

in foto: Audi R8 V10 RWS.

Limitata a 999 esemplari. La Audi R8 V10 RWS si distingue dal resto della gamma con una livrea specifica che alterna un'ampia striscia rossa sulla carrozzerai a differenti dettagli in nero opaco, come la finitura della calandra single-frame. L'abitacolo prevede sedili sportivi in pelle e Alcantara sostituibili dai sedili racing a guscio (opzionali). Sulla plancia è presente una targhetta celebrativa che indica il numero di serie. Sul fronte ruote, la RWS adotta cerchi in alluminio neri da 19 pollici con pneumatici 245/35 anteriori e 295/35 posteriori. La Audi R8 V10 RWS sarà prodotta in appena 999 esemplari suddivisi tra Coupé e Spyder. Gli ordini si apriranno da autunno 2017 e le prime consegne avverranno ad inizio 2018. I prezzi di partenza sono di 140.000 € per la Coupé e 153.000 per la Spyder.

540 CV, tutti al retrotreno. Il motore è l'inconfondibile V10 5.2 litri FSI aspirato da 540 CV e 540 Nm di coppia massima. L'eliminazione della trazione integrale Quattro riduce il peso di 50 Kg sulla Coupé e 40 Kg sulla Spyder. La Audi R8 V10 RWS scatta da 0 a 100 Km/h in soli 3,7 secondi e vanta una velocità massima di 320 Km/h. La differente ripartizione della coppia motrice ha richiesto una completa rielaborazione dell'assetto e la vettura si presta ad una guida più aggressiva rispetto ai modelli a trazione integrale.