Venti e oltre chilometri di tracciato guidati da un ragazzino di circa 10 anni. E' accaduto in Germania, al Nurburgring, lo storico circuito di Formula1 che è aperto in alcune ore e in determinati giorni al pubblico. Il fatto è stato immortalato dalle telecamere poste lungo tutto il tracciato che hanno ritratto un genitore irresponsabile con in braccio il figlio alla guida di un potente Range Rover. Subito via social si è scatenata la polemica.

in foto: il bambino sulla Range Rover (foto Ansa)

‘Imprundente', ‘indegno'. E tanto altro ancora nei confronti di quel papà che era convinto di fare una innocua bravata ma che ora si ritrova al centro delle polemiche e a rischio anche di conseguenze penali. La legge tedesca vieta che i minori di 12 anni viaggino sui sedili anteriori delle auto, anche se trattenuti dalle cinture, ed è evidente che questo comprende anche l'assurdo comportamento della ‘scuola guida' sulle ginocchia del genitore nel circuito tedesco.

In determinati orari e contro il pagamento di un ticket di 25 euro a giro, 30 il sabato e la domenica, il Nurburgring viene concesso ai giri di privati, autovetture e anche bus turistici per provare il brivido delle 73 curve che in passato hanno regalato emozioni e scritto importanti pagine della Formula1. Tra questi, c'è stato anche la Range Rover immortalata dalle telecamere con alla guida il bambino. Non si sa quanti metri abbia percorso, ma poco importa.

Via social si è scatenato il putiferio con utenti che hanno chiesto l'intervento immediato delle autorità e una punizione esemplare del genitore coinvolto in quella che probabilmente era stata vissuta come una innocente bravata. Essendo però il Range Rover in pista insieme ad altre auto, guidato dal bambino avrebbe potuto causare incidenti. E per il regolamento stradale, anche all'interno dei circuiti privati, le regole sono perentorie:  l'aver fatto sedere al volante della Range Rover il bambino è punibile penalmente in quanto comportamento che mette a rischio gli altri utenti.