in foto: Tony Cairoli durante i festeggiamenti per il nono mondiale / Instagram @antoniocairoli

La conquista del nono titolo iridato di motocross consentirà a Tony Cairoli di coronare uno di suoi sogni: la sorpresa è arrivata domenica, dopo il secondo posto di Assen con cui il fuoriclasse di Patti ha chiuso matematicamente la partita iridata a tre round alla fine del campionato. Sul podio olandese, dove è stato incoronato campione 2017, Dietrich Mateschitz in persona, ideatore e numero uno di Red Bull, gli ha consegnato un volante di Formula 1 che stava ad indicare il suo personale regalo, ovvero un test al volante di una monoposto Red Bull di F1. Oltre ad essere proprietaria alla scuderia di Formula 1 che in questa stagione schiera la coppia Daniel Ricciardo e Max Verstappen, Red Bull è anche main sponsor della KTM ufficiale con cui Cairoli corre da anni, motivo in più per cui il colosso austriaco delle bibite energetiche ha concesso al siciliano questa opportunità.

In realtà era una possibilità che chiedevo da un po', da due o tre anni con Red Bull Italia, da almeno un anno con lo stesso Mateschitz. Mi hanno fatto un bellissimo regalo, è sempre stato il mio sogno provare una Formula 1. Sono molto carico, non vedo l’ora! Ma di sicuro, prima, avrò bisogno di almeno un paio di sedute al simulatore – ha detto Cairoli a Gazzetta dello Sport.

Non ancora noti i particolari, ovvero quando e su quale pista Cairoli effettuerà il test che presumibilmente avverrà a Silverstone, a pochi chilometri da Milton Keynes, sede della scuderia, oppure al Red Bull Ring di Spielberg. “Di sicuro prima avrò bisogno di almeno un paio di sedute al simulatore” aggiunge Cairoli che sulle quattro ruote si è già esibito in più occasioni, come al Rally di Monza e soprattutto trionfando nel Rally Legend. “Mi darete le gomme buone, quando farò il test di F1, così cambio sport” ha scherzato con i tecnici Pirelli. E loro: “No, se è così ti boicottiamo: vogliamo che tu resti qui”.