Il campionato 2017 non è ancora arrivato al giro di boa, ma i nuovi proprietari di Liberty Media hanno già rilasciato il calendario per la prossima stagione: in seguito all'ultima riunione del Consiglio Mondiale, infatti, tenutosi a Ginevra, la Fia ha deciso di anticipare i tempi svelando le novità del prossimo anno.

La prima modifica che salta subito all'occhio è l'ampliamento delle gare previste, salite a 21 grazie ai ritorni di Francia e Germania: il Gran Premio transalpino si disputerà, a meno di stravolgimenti dell'ultima ora, il 24 giugno sul circuito Le Castellet di Paul Ricard mentre quello tedesco si correrà il 22 luglio ad Hockenheim. Un'altra delle novità più importanti è quella relativa alla prima tripletta back-to-back, ossia be tre gare consecutive a partire da proprio da quello francese, passando per l'Austria del 1 luglio e chiudendo con la Gran Bretagna dell'8 luglio. "Il numero di gare è aumentato di uno rispetto alla stagione in corso. Abbiamo ricevuto numerose richieste da coloro che desiderano ospitare un GP di Formula 1, ma volevamo che i promotori esistenti sentissero che stiamo mettendo tutti i nostri sforzi nel garantire che ogni gara sia un evento speciale, in modo che i tifosi possano godere di un'esperienza unica e indimenticabile. Se saremo in grado di farlo, allora l'intera Formula 1 famiglia raccoglierà i benefici" ha dichiarato Chase Carey, il nuovo boss della Formula 1.

Spostate le gare di Baku e Sochi.

Quelle relative al ritorno di Francia e Germania, così come la prima tripletta consecutiva nella storia della Formula 1, non sono le uniche novità: cambiano data di svolgimento anche il GP dell'Azerbaijan, che diventa la quarta prova del mondiale da disputarsi il 29 aprile, e quello della Russia: i promotori della gara di Sochi avevano chiesto uno slittamento verso la fine del campionato e sono stati accontentati tanto che il Gran Premio si correrà il 30 settembre e rappresenterà un altro dei back-to-back del 2018 insieme al Giappone. Cina e Singapore, infine, devono ancora confermare gli accordi commerciali con i propri partner, ma non dovrebbero esserci problemi per la disputa dei relativi GP.

Le gare della stagione 2018

25 marzo – Gran Premio d'Australia
8 aprile – Gran Premio della Cina
15 aprile – Gran Premio del Bahrain
29 aprile – Gran Premio d'Azerbaijan
13 maggio – Gran Premio di Spagna
27 maggio – Gran Premio di Monaco
10 giugno – Gran Premio del Canada
24 giugno – Gran Premio di Francia
1 luglio – Gran Premio d'Austria
8 luglio – Gran Premio di Gran Bretagna
22 luglio – Gran Premio di Germania
29 luglio – Gran Premio d'Ungheria
26 agosto – Gran Premio del Belgio
2 settembre – Gran Premio d'Italia
16 settembre – Gran Premio di Singapore
30 settembre – Gran Premio di Russia
7 ottobre – Gran Premio del Giappone
21 ottobre – Gran Premio degli Stati Uniti
28 ottobre – Gran Premio del Messico
11 novembre – Gran Premio del Brasile
25 novembre – Gran Premio di Abu Dhabi