Anche in Canada, settimo appuntamento della stagione di Formula 1, sono ancora Ferrari e Mercedes a monopolizzare la scena. Su una pista molto sporca e con pochissimo grip, sono la Rossa e le Frecce d'argento a prendersi la scena, una consuetudine in un campionato che vive della rivalità tra le due scuderie: a spuntarla, nella prima sessione di prove libere, è stato Lewis Hamilton, tornato ai suoi livelli dopo l'opaco weekend di Montecarlo.

in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

L'inglese è stato il più veloce chiudendo il suo giro migliore in 1:13.809 e precedendo il suo grande rivale nella corsa al titolo Sebastian Vettel: il ferrarista, che può gestire un vantaggio di 25 punti in classifica, non è riuscito ad andare oltre il 2° tempo, accusando un ritardo di quasi due decimi dal leader. Per lui anche un testacoda senza conseguenze, così come il suo compagno di squadra Kimi Raikkonen. Dietro i due duellanti per il titolo c'è Valtteri Bottas che fa suo il derby finlandese precedendo il finnico di Maranello, quarto. Dietro di loro, conferma i progressi mostrati nelle ultime uscite la Force India, che si candida al ruolo di terza forza del campionato, con Perez bravo a strappare il quinto crono della giornata precedendo l'altra rosa guidata da Esteban Ocon.

Ennesimo stop per Fernando Alonso.

Attardata la Red Bull, con Max Verstappen solo 7°, e addirittura nona con Daniel Ricciardo, costretto anche alla sosta forzata, ma tornato in pista nel finale: la scuderia di Milton Keynes, però, ha preferito risparmiare le gomme Ultrasoft, le più prestazionali fornite dalla Pirelli per il weekend canadese. Tra le due vetture del Toro c'è la Wlliams di Felipe Massa mentre a chiudere la top ten arriva Daniil Kvyat. Ancora guai per la McLaren con Fernando Alonso costretto a parcheggiare la sua vettura a bordo pista. Per lo spagnolo l'ennesimo problema di una stagione maledetta e che si concluderà, con molta probabilità con un doppio divorzio; quello della casa di Woking dalla Honda e l'abbandono dell'ex ferrarista, pezzo pregiato del mercato piloti per la stagione 2018.