Non c'è un attimo di pausa; la Formula 1, dopo aver corso a Spa-Francorchamps, torna di nuovo in pista per il Gran Premio d'Italia. La sfida è ancora una volta tra Ferrari e Mercedes, in piena lotta sia nel mondiale piloti che in quello costruttori. Sulla pista di Monza sono le Frecce d'argento ad essere favorite; una conferma che arriva anche dal primo turno di prove libere in cui le due W08 Hybrid sono riuscite a chiudere davanti a tutti.

Il miglior tempo, neanche a dirlo, è quello messo a referto da Lewis Hamilton, capace di fermare il cronometro sull'1:21.537; dietro di lui c'è il compagno di squadra Valtteri Bottas staccato di oltre 4 decimi. Parecchio attardate le due Ferrari con Sebastian Vettel in terza posizione e Kimi Raikkonen quarto: a preoccupare è il distacco – più di un secondo – ma l'impressione è che la Rossa stia girando con una mappatura che sfrutti a pieno la potenza del motore della SF70H preferendo concentrarsi, viste anche le condizioni meteo che hanno condizionato l'intera sessione, già sul futuro più imminente.

in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

Giovinazzi non scende in pista.

Dietro le due Ferrari di Vettel e Raikkonen ci sono le Red Bull, ormai terza forza indiscussa del campionato mondiale. La quinta posizione è occupata da Daniel Ricciardo, bravo a mettersi alle spalle il compagno di squadra Max Verstappen che spera, almeno a Monza, di non avere i problemi che hanno condizionato fino ad ora la sua stagione. Conferme anche per la Force India che chiude la sessione con entrambi i piloti nella top ten: Perez è 7°, Ocon lo segue da vicino mentre dietro di loro si prende un ottimo nono tempo Stoffel Vandoorne, bravo a precedere Felipe Massa. Non è sceso in pista Antonio Giovinazzi: il giovane pilota italiano doveva prendere parte alla sessione al volante della Haas, ma la scuderia americana ha preferito non rischiarlo con l'asfalto umido. L'occasione persa, duqnue, sarà recuperata in uno dei prossimi appuntamenti, probabilmente già a Singapore.