Dopo il dominio di Bottas nelle prime due sessioni di prove libere del venerdì è l'altra Mercedes di Lewis Hamilton, l'idolo di casa, a far segnare il miglior tempo nell'ultima prova prima delle qualifiche. L'inglese, nonostante una leggera pioggia che non ha permesso alle squadre di chiudere il proprio programma di lavoro, è riuscito a mettersi tutti alle spalle fermando il cronometro, nel corso del suo miglior giro, sul tempo di 1:28.063. A differenza di ieri, però, la sfida non è un affare tra Frecce d'argento, ma c'è anche la Ferrari.

in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

Dietro il britannico risale Sebastian Vettel che chiude in seconda posizione, ad appena 32 millesimi dal leader: il tedesco, dopo la prova incolore di venerdì, è riuscito a migliorare il feeling con la SF70H tanto che, senza un errore nell'ultimo settore, avrebbe potuto essere lui in testa. Alle sue spalle c'è Valtteri Bottas che paga 73 millesimi da Hamilton, ma che sarà costretto a partire più indietro rispetto ai rivali per scontare la penalità dovuta alla sostituzione del cambio. Più staccato Kimi Raikkonen, apparso in difficoltà nell'ultimo turno dopo che ieri era riuscito a chiudere entrambe le sessioni davanti al compagno di squadra.

Passo indietro per le Red Bull.

La sorpresa di giornata, però, è Nico Hulkenberg che porta la sua Renault in quinta posizione davanti ad entrambe le Red Bull. Le monoposto di Milton Keynes hanno peggiorato rispetto alla seconda sessione di prove libere; Daniel Ricciardo, anche lui penalizzato d 5 posizioni in griglia per aver sostituito il cambio, è solo sesto mentre l'altra vettura del Toro guidata da Max Verstappen non è riuscita ad andare oltre l'ottavo posto. Tra di loro si inserisce Romain Grosjean che conquista le settima posizione e conferma la bontà del progetto Haas sulla pista inglese. A chiudere la top ten ci sono Felipe Massa con la Williams e la McLaren di Stoffel Vandoorne.