in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

In Bahrain andrà in scena una nuova puntata del duello tra Mercedes e Ferrari: Lewis Hamilton e Sebastian Vettel sono stati i grandi protagonisti di questo inizio di stagione con il tedesco a prendersi la ribalta all'esordio, in Australia, e l'inglese a ribadire, con il trionfo in Cina che, nella lotta al titolo, c'è anche lui. Sulla pista di Sakhir saranno di nuovo uno contro l'altro, in palio ci sarà la testa del mondiale.

Una sfida che entusiasma il pubblico della Fomula 1, felice di vedere di un'altra scuderia battagliare per il titolo con la superfavorita Mercedes, dominatrice delle ultime tre stagioni. Un testa e testa che esalta anche Lewis Hamilton che, nel prossimo round, vede la Rossa di Maranello come favorita.

Son contento di tornare qui dove ci sono condizioni meteo fantastiche. Il team permette di continuare a lottare su livelli molto alti. La Ferrari potrebbe essere favorita dal caldo? Ha mostrato un passo fantastico, anche in Australia erano molto veloci – ha dichiarato in conferenza stampa -. È emozionante far parte di questa lotta tra Mercedes e Ferrari, anche se più difficile. La differenza nel competere contro un avversario che corre nel tuo team è non conosci i dati e devo basarmi solo su me stesso.

Nascar, Daytona e MotoGP nei sogni dell'inglese.

A tenere banco, nella consueta conferenza stampa dei piloti, è la scelta di Fernando Alonso, che rinuncerà al GP di Montecarlo per correre la 500 Miglia di Indianapolis con la McLaren. Un progetto ambizioso quello del pilota spagnolo che vorrebbe portare a casa la Triple Crown – il tris di vittorie a Monaco in F1, la 500 Miglia di Indianapolis e la 24 Ore di Le Mans – impresa riuscita per ora solo a Graham Hill. Hamilton, al riguardo, non ha dubbi: "Bellissimo sapere che un pilota abbia questa libertà. Spero torni a correre Button a Montecarlo. Personalmente mi piacerebbe la Nascar, Daytona e perché no, correrei anche nella MotoGP. Se dovessi partecipare? Sarebbe diverso su un ovale e anche per le gomme, ci vorrebbe tempo per adattarsi. Alonso non avrà l'esperienza degli altri in quella gara, ma è uno dei migliori piloti al mondo" ha concluso il britannico.