in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

La Formula 1 scalda i motori, ancora poche ora e poi le monoposto scenderanno finalmente in pista per il primo round del campionato mondiale 2017. Per la vittoria sembrano esserci due scuderie in lotta: Mercedes e Ferrari. Le Frecce d'argento sono reduci dai trionfi degli ultimi due anni mentre la Rossa, come hanno dimostrato i test del Montmelò, sembra aver colmato il gap dalla scuderia di Brackley.

Anche i bookmakers vedono una lotta tra le due superpotenze per la supremazia nella prima gara dell'anno. La Snai, infatti, vede ancora favorito Lewis Hamilton, dato per vincente a Melbourne a 2,25, ma le quotazioni di Sebastian Vettel sono in netta risalita. Una sua affermazione in Australia non sembra così impossibile tanto che la quota, pagata 4 volte l'importo giocato, potrebbe ingolosire gli scommettitori. Un confronto, quello tra l'inglese e il tedesco, che prosegue anche per la pole position, rispecchiando le quote già viste per la gara con una leggera variazione; Lewis, infatti, comanda a 2,00, con il pilota della SF70H a 4,00.

Attardati i piloti Red Bull, per Alonso le quote dicono ritiro.

Fiducia anche alle altre due monoposto guidate dai finlandese Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen: il favorito in questo speciale derby è il pilota della Mercedes, dato a 6,00 mentre una vittoria del ferrarista appare più complicata, come dimostra anche la quota fissata a 8,00. Nettamente più staccati i piloti della Red Bull, non ancora competitivi come lo scorso anno: una vittoria di Max Verstappen viene pagata 10 volte l'importo scommesso, stessa quota per il compagno di squadra Daniel Ricciardo. Non solo alta classifica, il mondo delle scommesse non fa differenze tanto che è possibile puntare anche su chi occuperà l'ultimo posto: il maggiore indiziato è Pascal Wehrlein della Sauber, dato come favorito a 1,85 e seguito dal compagno di squadra Marcus Ericsson a 2,25. Menzione speciale poi per Fernando Alonso: i problemi di affidabilità della nuova McLaren sono noti tanto che è più probabile, secondo i bookmakers, un suo ritiro – dato a 1,65 – rispetto alla possibilità che finisca la gara.