in foto: Luca Ghiotto.

Un altro italiano muove i primi passi in Formula 1. Luca Ghiotto farà il suo debutto in massima serie durante i test post-gara in Ungheria. Il giovane italiano si alternerà col veterano Felipe Massa alla guida della Williams durante la sessione di due giorni, che comincerà martedì prossimo. Ghiotto avrà modo di provare una monoposto da Formula 1 in pista con altri piloti e prenderà conoscenza col powertrain ibrido e tutte le novità tecniche introdotte nel 2017.

In F2 con Russian Time. Luca Ghiotto è una giovane promessa della Formula 2. In forze alla Russian Time, si fa valere ed è sempre in lotta per la top 10. Attualmente naviga in quinta posizione nella classifica piloti. Il vicentino ha dichiarato entusiasta

"Un grande ringraziamento a Williams per questa opportunità. Io credo che il primo test in F1 sia un momento speciale per ogni pilota e farlo con un team storico è ancora meglio quindi sono davvero eccitato. Ovviamente, devo anche concentrarmi sul weekend in F2 prima di tutto, ma sono già in attesa del test e spero che vada tutto bene".

luca-ghiotto-russian-time-f2in foto: Luca Ghiotto in azione con la Russian Time di Formula 2.

La carriera di Luca Ghiotto. Classe 1995, Ghiotto nasce ad Arzignano, in provincia di Vicenza. Dopo aver gareggiato coi kart, nel 2011 entra in Formula Abarth chiudendo la sua prima stagione, con la Prema Powerteam, in nona posizione nel campionato italiano ed in sesta nell'europeo. L'anno successivo si migliora e raggiunge il secondo posto in entrambe. Sempre con Prema, Ghiotto passa alla Formula Renault 2.0 ed ottiene alcuni importanti successi a Paul Ricard, Spa e Pau. Dopo aver partecipato alla Formula Renault 3.5 Series, a fine 2014 comincia l'avventura in GP3 con la Trident Racing ed ottiene una pole position a Spa. La stagione 2015 è molto prolifica per il veneto: 5 pole e 5 vittorie lo portano fino al secondo posto, alle spalle di Esteban Ocon. Nel 2016 avviene il passaggio in GP2, sempre con Trident Racing. L'italiano chiude in ottava posizione e nel 2017 avviene il passaggio in Russian Time, mentre il campionato riprende il nome Formula 2.