in foto: Pascal Wehrlein – Getty Images

La stagione di Formula 1 non è ancora iniziata, ma per Pascal Wehrlein rischia di essere già in salita: il tedesco, dopo la delusione per il mancato approdo in Mercedes per il dopo Rosberg, si è accasato alla Sauber. Il debutto con la nuova scuderia, però, rischia di essere rimandato. L'incidente con Felipe Massa alla Race of Champions, che gli ha impedito di correre insieme a Sebastian Vettel nella gara riservata alle nazioni, non sembra essere smaltito del tutto tanto che la sua partecipazione ai primi test 2017 – che si terranno a Barcellona dal 27 al 2 marzo – è ancora in dubbio.

Per il tedesco decisivi i test medici.

Un incidente, quello con il brasiliano, che poteva costare caro: la sua vettura, dopo aver tagliato il traguardo, ha toccato quella del pilota della Williams, capottandosi e andando poi a sbattere contro le barriere in maniera piuttosto rovinosa. Il tedesco pareva essere uscito indenne dall'incidente, ma la botta presa evidentemente è stata più grave del previsto. Dalla Sauber fanno sapere che "gli esami medici sono ancora in corso": la sua assenza non è certa, saranno le verifiche a stabilire se i tempi di recupero coincideranno con quelle dei test.

In caso di forfait spazio a Giovinazzi.

Un'inconveniente non da poco per la scuderia elvetica che potrebbe essere costretta a rinunciare a uno dei suoi due piloti. Al momento l'unico disponibile per i test con le vetture in configurazione 2017 è Marcus Ericsson: se i medici, considerato anche lo sforzo maggiore richiesto dalle nuove monoposto, non dovessero dare l'ok a Wehrlein si potrebbe aprire uno spiraglio per Antonio Giovinazzi. La Sauber, infatti, non dispone di un terzo pilota e i buoni rapporti tra la Ferrari – che fornisce i motori – e quella svizzera potrebbero schiudere le porte al pilota italiano che si ritroverebbe così a contatto con una vettura ufficiale ben prima del previsto.