in foto: Ferrari Classiche – @Foto Sito media Ferrari

Ferrari è uno dei brand che meglio rappresentano l'eccellenza made in Italy: quello del Cavallino, infatti, è uno dei marchi più illustri del panorama automobilistico internazionale non solo per il prestigio dato dai risultati nelle varie corse del mondo, ma anche per le auto prodotte dalla sua nascita.

Un dipartimento per riportare in vita le auto d'epoca.

Non tutti sanno, però, che a Maranello, oltre a produrre vetture sempre più sofisticate, c'è anche un reparto speciale che si occupa di restaurare quelle d'epoca, certificarne l'autenticità e rimetterle in strada nelle migliori condizioni possibili: è il caso di Ferrari Classiche, l'officina specializzata in questo tipo di operazioni. Qui sono passate alcune delle vetture storiche costruite dalla casa del Cavallino come la GTO 250 con cui Phil Hill vinse la 24 Ore di Le Mans nel 1958 e tre delle 32 250 LM costruite, oltre a pezzi unici come una 500 TR del 1956 e la sport-prototipo 512 M che nel 1971 chiuse la gara di durata francese al quarto posto assoluto. Un servizio esclusivo per clienti piuttosto facoltosi che possono affidarsi ai meccanici Ferrari non solo per il restauro dei propri veicoli, ma anche per far tornare alle caratteristiche le auto.

Grazie ai fogli d'assemblaggio, così come i disegni originali conservati, è possibile ricostruire la maggior parte delle componenti di una vettura del Cavallino inclusi i basamenti di 30 propulsori V12 e quasi altrettante teste, così da garantire un restauro assolutamente fedele alle specifiche originarie delle vetture. Un vero e proprio laboratorio dove le Ferrari di un tempo possono tornare a splendere come appena uscite dagli stabilimenti di Maranello: ad oggi sono più di 100 i restauri totali, molti dei quali hanno ottenuto importanti riconoscimenti nei più prestigiosi Concorsi d'Eleganza internazionali che vanno ad aggiungersi ai 6000 certificati di autenticità rilasciati.