in foto: Carl Fogarty dal letto dell'ospedale / Instagram

Brutta domenica per Carl Fogarty: il quattro volte iridato della Superbike era tornato in sella come ospite d’onore del “Dirt Quake”, un evento di dirt track a Lynn, cui hanno partecipato anche Guy Martin e Neil Hodgson. Dopo aver vinto cinque delle sei gare in programma, Fogalty è incappato in un violenta caduta: sbalzato in aria dalla sua Triumph, l’ex iridato ha battuto violentemente sullo sterrato. L’incidente ha richiesto un trattamento paramedico immediato.

Fogarty come Biaggi, costole rotte e polmone bucato.

A rassicurare sulle sue condizioni è stato lo stesso Fogarty che sul proprio profilo Instagram ha raccontato l’accaduto. “Stava andando tutto alla grande al Dirt Quake, ho vinto 5 delle 6 gare in programma… ma ho avuto un ‘piccolo’ incidente – scrive l’ex iridato che da qualche giorno ha compiuto 52 anni – Mi sono rotto due costole, una spalla e ho un polmone bucato. Grazie a tutte le persone che mi stanno mandando i messaggi di auguri eccetto alla Signora Fogarty – scherza The King riferendosi alla moglie Michaela – che adesso mi odia”. Poi la promessa, la stessa fatta anche da Max Biaggi dopo il terribile incidente sulla pista di Latina. “Prometto che non farò mai più un’altra gara, non correrò mai più” conclude Foggy, condendo il bollettino con faccine divertite. Nella foto, si presume in un ospedale locale a Norflok, un accenno di sorriso e il pollice all’insù per il campione britannico che, dopo il Corsaro, diventa l’ultimo iridato in pensione vittima di un brutto incidente. Biaggi, che nella caduta ha riportato fratture a undici costole e lesioni a entrambi i polmoni, è stato dimesso dall’ospedale San Camillo di Roma due settimane fa, nel giorno del suo 46° compleanno, e sta proseguendo il recupero a casa.

A post shared by Foggy Carl Fogarty MBE (@carlfogarty1) on