Tutti i veicoli a motore, per circolare sulla normale rete stradale, devono essere provvisti di copertura assicurativa: è il Codice della Strada a stabilirlo all'articolo 193. Chiunque venga sorpreso sprovvisto dell'assicurazione, o alla guida di una vettura non assicurata, un fenomeno questo molto presente in Italia dove i i cosiddetti veicoli fantasma sono più di 3 milioni, rischia sanzioni pesanti e pene salatissime, oltre alla sospensione della patente. Ecco, di seguito, cosa si rischia a circolare su strada senza assicurazione.

Cosa si rischia: multe da 849 fino a 3.396 euro.

La sanzione stabilita dalla legge per tutti coloro che vengono trovati a circolare senza una polizza assicurativa può variare da un minimo di 849 euro per arrivare a un massimo di 3.396 euro. Ciò vale sia per le quattro ruote che per gli scooter e le moto. Ci sono però dei casi in cui la cifra può essere ridotta di circa un quarto dell'importo come, ad esempio, quando l'assicurazione del veicolo per la responsabilità verso i terzi sia comunque resa operante nei quindici giorni successivi o se l’interessato, entro 30 giorni dalla contestazione della violazione, previa autorizzazione dell'organo accertatore, provvede alla demolizione e alle formalità di radiazione del veicolo.

In questo caso specifico il soggetto ha la disponibilità del veicolo e dei documenti relativi solo per le operazioni di demolizione e di radiazione del veicolo, previo versamento presso l'organo accertatore di una cauzione pari all'importo della sanzione minima. Una volta avvenuta la demolizione, certificata a norma di legge, l’organo accertatore restituisce la cauzione, detratto l’importo previsto a titolo di sanzione amministrativa pecuniaria.

Nei casi più gravi prevista anche la sospensione della patente.

In alcuni casi può verificarsi anche il sequestro del veicolo. L'organo accertatore sospende immediatamente la circolazione del veicolo, che verrà prelevato e trasportato in un'area non soggetta a pubblico passaggio. In definitiva, un carroattrezzi si occuperà di prelevare e trasportare l'auto in un deposito privato che, in casi particolari, può essere concordato con il trasgressore. Il veicolo verrà restituito al proprietario solo dopo che questi avrà pagato la sanzione amministrativa, sottoscritto un polizza assicurativa della durata di almeno sei mesi e garantito il pagamento delle spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sottoposto a sequestro. Infine, per coloro che si saranno resi protagonisti di falsificazioni o contraffazioni di polizze assicurative è prevista anche la sospensione della patente di guida per un periodo minimo di un anno.

Guida con assicurazione scaduta: le sanzioni.

Se il guidatore è sorpreso in presenza di assicurazione scaduta nel corso dei controlli di routine da parte delle forze dell'ordine è sottoposto al sistema di sanzioni previsto per chi viola l'art. 193 del Codice della Strada: scatta infatti il sequestro immediato del mezzo fino a quando l'interessato non si metterà in regola con il pagamento dell'Rc per almeno sei mesi e pagherà la multa e le spese aggiuntive di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sottoposto a sequestro. Quindi, non si può circolare con l'assicurazione scaduta, anche se vige una proroga di 15 giorni dal momento dalla scadenza, che consente di essere tutelati in quel periodo di tempo in caso di incidenti.

Cosa fare in caso di incidente.

Nel caso in cui il soggetto in possesso di assicurazione scaduta sia coinvolto in un incidente stradale bisogna chiamare immediatamente le forze dell'ordine e non si può procedere con la semplice constatazione amichevole. Se è questi a causare l’incidente, sarà lui a pagare i danni. Se ciò non avviene, si potrebbe anche procedere con una causa civile, in cui chi ha subito il sinistro può rivalersi sui suoi beni. Ma, a causa di una burocrazia troppo lenta, ciò non avviene quasi mai, e anzi in genere si chiede un rimborso al Fondo di garanzia per le vittime della strada (fondo monetario alimentato dalle stesse compagnie obbligate a versare il 2,5% di ogni premio pagato), che però copre solo i danni alle persone mentre esiste una franchigia per i danni alle cose di valore inferiore o uguale a 500 euro.

No all'auto parcheggiata in strada senza assicurazione.

Secondo l'articolo 193 del Codice della Strada, tutte le auto e le moto senza assicurazione non possono essere parcheggiate o lasciate per strada per nessun motivo. In questo caso, per non incorrere in sanzioni, la vettura dovrebbe essere trasportata in un box privato o in una una zona non soggetta al passaggio pubblico. La multa da pagare da parte di coloro che violano la legge va da un minimo di 798 ad un massimo di 3.194 euro. Se se l’auto dovesse essere sprovvista di volante, sedile di guida o targa, condizioni per le quali non è obbligatoria la copertura Rc Auto, si potrebbe incorrere in multe come abbandono in luogo pubblico di rifiuti speciali e pericolosi. Insomma, non è proprio la situazione ideale.