in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

Era il grande favorito della vigilia, ma Lewis Hamilton ha deluso le attese: il record di pole position di Michael Schumacher, a quota 68 pole position, era a portata di mano, bastava prendersi la prima posizione anche in Ungheria per eguagliare il Kaiser tedesco, ma alla fine è stato Sebastian Vettel a far segnare il miglior tempo. Una beffa per l'inglese che, dopo la vittoria di Silverstone, sembrava lanciato verso un sorpasso quasi scontato; la quarta posizione ottenuta in qualifica, però, complica i piani del pilota della Mercedes che sarà costretto a una gara in rimonta.

L'inglese pessimista in vista della gara.

A preoccupare Hamilton non è solo la quarta casella da cui scatterà, dietro oltre che alle due Ferrari anche al compagno di squadra Bottas, ma la superiorità delle Rosse su una pista che ha visto i due piloti del Cavallino dominare. Una gara più complicata del previsto per l'inglese che non si aspettava un passo indietro così netto da parte della sua W08 Hybrid.

Non so perché abbiamo sofferto più delle ultime gare, onestamente non capisco se siamo stati più lenti noi o più veloci loro. Siamo rimasti certamente sorpresi del passo avuto dalle Ferrari, hanno velocità superiori rispetto a noi e siamo un po' preoccupati perché qui non si riuscirà a superare, dovremo adottare una buona strategia o sperare che abbiano problemi – ha dichiarato ai microfoni di Sky -. Io non ho avuto grossi problemi, ma avvertivo delle forti vibrazioni sull'auto e quando si esce dal box la vettura dovrebbe essere perfettamente bilanciata.

Un weekend iniziato non benissimo e che potrebbe finire addirittura peggio per il campione inglese: l'operazione sorpasso rischia di complicarsi notevolmente, il ritmo Ferrari sembra insostenibile per le Mercedes, costrette a giocare in difesa cercando di limitare i danni. L'inglese punta tutto sulla fortuna, la stessa che gli ha permesso, grazie all'accanimento verso gli pneumatici delle due Rosse in Gran Bretagna, di ritrovarsi a un solo punto dal leader del mondiale.