Uno a uno, la sfida tra Mercedes e Ferrari riparte da dove era iniziata: il Gran Premio della Cina ha azzerato il distacco tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel entrambi in testa al mondiale dopo due round, e reso minimo lo scarto tra la scuderia di Maranello e quella di Brackley tanto che le Frecce d'argento possono vantare appena una lunghezza di vantaggio sul Cavallino.

in foto: Lewis Hamilton e Sebastian Vettel si abbracciano alla fine del GP di Cina – Getty Images

Una battaglia che esalta i protagonisti stessi: il tanto atteso ruota a ruota invocato da Lewis Hamilton ancora non c'è stato, i due protagonisti di questo inizio di mondiale non sono mai stati così vicini da doversi scontrare in pista, ma il loro è un duello in grado di far tornare la Formula 1 ai fasti di un tempo. La lotta, a differenza delle ultime stagioni, non è più tra i protagonisti dello stesso team, ma tra due realtà ben distinte. Un toccasana per Lewis Hamilton che, dopo la vittoria, ha voluto rendere merito alla Ferrari.

E' stata una gara fantastica, mi sono divertito molto in questa battaglia con Sebastian. C'è tanto rispetto tra me e Vettel. Io rispetto tantissimo la Ferrari – ha dichiarato il pilota inglese dopo la gara – per quello che rappresenta come team e per i progressi che hanno fatto. È bello avere un altro team che lotta con noi, in particolare la Rossa, perché ha una storia straordinaria e un pilota 4 volte campione del mondo. Quest'anno Sebastian è al suo meglio e il rispetto tra noi è alto, il più alto che ci possa essere con i piloti di questa epoca.

Wolff: "Noi e la Ferrari siamo molto vicini"

Un duello, quello con la Rossa, appena iniziato. La prima gara è andata alla scuderia di Maranello ma la Mercedes si è presa subito la rivincita in Cina. Un'alternanza che, dopo 3 anni di dominio, non si aspettavano dalle parti di Brackley, ma che riporta finalmente un po' di sana competizione nel mondo della Formula 1. Una sfida destinata a proseguire per tutta la stagione, come confermato anche da Toto Wolff: "Sembra che siamo molto vicini sul passo. Mi aspetto che ci sarà un po' di un ping pong nel corso della stagione, con uno o l'altro davanti. Sarà eccitante" ha dichiarato il direttore della Mercedes.