in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

Silverstone è la casa di Lewis Hamilton: su questo tracciato l'inglese ha portato a casa 4 vittorie nel corso della sua carriera, se domenica dovesse arrivare anche la quinta eguaglierebbe Jim Clark e Alain Prost che guidano questa speciale classifica. Il pilota della Mercedes, però, dovrà fare i conti con Sebastian Vettel, al quale deve cercare di recuperare 20 punti in classifica, e Valtteri Bottas, suo compagno di squadra che grazie alla vittoria in Austria lo insegue a soli 15 punti di distanza.

Una situazione scomoda quella del britannico che ha preferito non partecipare all'evento organizzato dalla Formula 1 per le vie di Londra: una scelta che ha fatto storcere il naso agli organizzatori, ma motivata dalla voglia di ricaricare le batterie in vista di una gara che potrebbe già essere decisiva.

E' stata una mia decisione. Ne avevo bisogno per dare il meglio in questo weekend, ho fatto quello che è giusto per il campionato. Mi serve un fine settimana pulito, ogni piccolo dettaglio conta e sto cercando di non lasciare nulla di intentato perché voglio vincere questo campionato – ha dichiarato ai microfoni di Sky-. Nelle ultime gare ho avuto delle difficoltà, ma se continueremo a mostrare la nostra forza i risultati arriveranno. Bottas? Lui è già una forza con la quale fare i conti, sta lottando anche contro di me ma abbiamo rispetto reciproco. Ha fatto un gran lavoro per il team e anche io ho cercato di portare punti alla causa: spero non si avvicini ulteriormente, ma se lui fa un lavoro migliore di me bisogna togliersi il cappello. La nostra è una delle migliori collaborazioni che abbia mai avuto.

Bottas: "Miglioro insieme alla macchina, è un bel periodo per me"

La vittoria in Austria ha rilanciato Valtteri Bottas nel mondiale: i punti di distacco dal compagno di squadra Lewis Hamilton sono appena 15, il finlandese ora è pronto a giocarsi le proprie carte in una stagione che, almeno per ora, sta andando oltre le più rosee aspettative. Arrivato a Brackley per guardare le spalle del suo compagno di squadra, adesso potrebbe superarlo in classifica, diventando di fatto la prima guida Mercedes: "Quello che stiamo vivendo è un bel momento, la macchina migliora e lo stesso vale per me. Sto conoscendo sempre meglio il team e vogliamo continuare questo bel periodo" ha dichiarato in conferenza stampa. Quella di Silverstone potrebbe essere una gara già decisiva per le Frecce d'argento: il dualismo tra Bottas e Hamilton, per il momento, non è ancora arrivato ai livelli di guardia raggiunti con Rosberg, ma una vittoria del finlandese potrebbe creare malumori e dissapori tra i due, con la Ferrari pronta ad approfittarne per allungare nel mondiale.