Le condizioni di Max Biaggi sembrano non essere così gravi come apparso in un primo momento: il pilota romano è stato protagonista di un incidente mentre si stava allenando nell'impianto Il Sagittario, alle porte della Capitale, dove spesso si allena insieme ai giovani piloti della classe Moto3 del Civ, e dove domenica sarebbe dovuto scendere in pista alla gara della classe Onroad. Immediatamente trasportato all'ospedale San Camillo con l'elicottero, è arrivato cosciente tanto da spiegare ai medici la dinamica dello schianto e accusando un forte dolore interscapolari.

I primi esami ai quali è stato sottoposto hanno evidenziato una spalla rotta e un trauma toracico, ma il Corsaro non è in pericolo di vita; a tranquillizzare tutti ci ha pensato il padre del quattro volte campione del mondo della classe 250 che, ai microfoni di Fanpage.it, ha dichiarato: "Sta bene, si è rotto qualche costola non sappiamo quante. Gli abbiamo parlato, siamo spaventati ma lui è abituato a queste cose, non è spaventato. Sono in ansia per mio figlio da 25 anni, noi siamo i genitori e siamo sempre in ansia per lui. Ieri sera siamo stati a cena e ci aveva detto che oggi si sarebbe allenato" ha raccontato.

A tenere compagnia a Max Biaggi ci sono la fidanzata, Bianca Atzei, la mamma del pilota romano accompagnata da altri familiari e l'ex compagna Eleonora Pedron. Si attendono gli esiti della Tac, che saranno comunicati dai medici nelle prossime ore. Alla base dell'incidente un high side: il centauro è stato disarcionato dalla propria moto sbattendo con violenza a terra nella ricaduta il petto e il volto. Dopo l'impatto, Biaggi avrebbe provato a rialzarsi per poi venire immobilizzato per precauzione e trasportato alla più vicina struttura ospedaliera.