Brutto episodio per Valentino Rossi che si è gravemente infortunato mentre eseguiva un normale allenamento su una moto di Enduro sul circuito di Tavullia. Rovinosa caduta e frattura di tibia e perone, confermate dai primi riscontri medici e dalle prognosi successive, dopo l'immediata corsa in ospedale secondo fonti Yamaha che – in tarda serata – con un comunicato confermerà anche la necessità dell'intervento operatorio. Con lui all'ospedale di Urbino ci sono l'amico Uccio Salucci e Alberto Tebaldi, ad di VR46 oltre alla mamma e al fratellastro Luca. Nella notte è avvenuto il trasferimento al nosocomio di Rimini.

Si è già potuto ricostruire la dinamica e i tempi dell'incidente. Il pilota ufficiale Yamaha MotoGP si stava allenando con la moto da enduro in località Perchiule, vicino Urbania, nel pesarese. Su un tratto di strada sconnesso la gamba destra è rimasta incastrata sotto una pietra, causando le conseguenze che sono state subito indagine dei medici del pronto soccorso dell’ospedale di Urbino. Valentino Rossi, stando alle prime informazioni rilasciate dai familiari presenti in ospedale, cioè mamma Stefania Palma e il fratellastro Luca Marini, avrebbe subìto la frattura di tibia e perone della gamba destra, la stessa infortunata al Mugello nel 2010.

In una nota, la Movistar Yamaha, team di Valentino, ha confermato l'incidente: "E' stato coinvolto in un incidente durante un attività di allenamento in enduro vicino alla sua città" sottolineando come il 38enne campione mondiale "è stato condotto all'Ospedale Civile di Urbino per un controllo".

Valentino Rossi era già rimasto vittima di un incidente il 25 maggio – a pochi giorni dal Gp del Mugello – durante un allenamento su una pista di motocross a Cavallara, nel Pesarese, dove si era procurato un trauma toracico e addominale. Trasportato all'ospedale Infermi di Rimini, e sottoposto alle cure del suo amico e primario di Ortopedia della struttura romagnola, Giannicola Lucidi, aveva trascorso la notte in osservazione ed era stato dimesso il giorno successivo, poco prima delle 18. Durante il ricovero era stato trattenuto nel reparto di rianimazione.

Se confermate le prime indiscrezioni, la prognosi sarà di 30 giorni il che vorrebbe dire che Valentino salterebbe sia la gara di Misano di domenica prossima che quella di Alcaniz (GP Aragon) del 24 settembre e il rientro è previsto per la fine di ottobre. In questo modo Rossi perderebbe qualsiasi possibilità di restare in corsa per il titolo iridato della classe regina che al momento lo vede quarto, con 26 punti di ritardo dal leader Andrea Dovizioso.