È tempo di Jerez. Il Motomondiale arriva in Spagna per il quarto appuntamento stagionale con alcune certezze e molti piloti chiamati a riscattarsi dopo le non esaltanti prove fuori dall’Europa. Nella MotoGP oltre ai tre che guidano la classifica generale (Valentino Rossi davanti al compagno di scuderia Maverick Vinales e a Mac Marquez, terzo dopo il “solito” successo ad Austin) sono tantissimi i centauri che, delusi dai risultati in Qatar, Argentina e Stati Uniti, vorrebbero aprire la stagione del Vecchio Continente con la prima vittoria dell’anno. Anche se stando alle quote dei principali bookmakers sembra molto improbabile che ciò possa accadere.

I “fantastici 4” rimangono i favoriti per i bookmakers.

Infatti, quasi tutte le principali agenzie di scommesse italiane sono concordi nel reputare gli alfieri della Yamaha e della Honda nettamente favoriti rispetto al resto del Circus con Marquez leggermente in vantaggio su Valentino, Vinales e Pedrosa. Difatti, puntando sul primo posto di Maverick la quota oscilla tra 3,25 (Snai) e 4,75 (Bwin) volte la posta mentre quella del campione del mondo in carica varia da 2,25 (Snai) a 2,55 (Bwin). Se invece si volesse dare fiducia a Rossi, che sul circuito di Jerez si è già imposto in nove occasioni compresa quella della scorsa stagione, un suo eventuale trionfo in terra iberica renderebbe per un importo che va da 4,5 (Snai) a 5,5 (Sisal) volte la cifra scommessa. E dopo le sessioni di prove libere a fare compagnia al terzetto dei favoriti si è aggiunto anche il dominatore di FP1, FP2 e FP3, e qualifiche Daniel Pedrosa, che ha visto aumentare sensibilmente le sue chance di vittoria e di conseguenza la sua quota è passata da essere intorno a 13 volte la posta al giovedì a 2,8 (Bwin)/ 4 (Snai) del sabato pomeriggio.

Gli outsider: da Lorenzo a Iannone le quote delle possibili sorprese.

Invece, per chi ama andare alla ricerca delle sorprese, le quote più appetibili sono quelle che riguardano la di uno dei due piloti della Ducati, di Andrea Iannone, di Johann Zarco, e di Cal Crutchlow tutti ancora a secco di successi in questo primo scorcio di stagione. Jorge Lorenzo o Andrea Dovizioso sul gradino più alto del podio a Jerez al termine di Q1 e Q2 moltiplicano, rispettivamente, circa per 25/30 nel caso del maiorchino e addirittura per 150 l’importo scommesso nel caso di primo acuto del forlivese della rossa di Borgo Panigale. Un trionfo del pilota italiano della Suzuki farebbe intascare 41 volte la puntata mentre quello del francese con la Yamaha non ufficiale circa 35. Se invece dovesse essere il britannico del team Cecchinello che partirà dalla prima fila a portare a casa la vittoria nel Gran Premio di Spagna regalerebbe a coloro che dovessero dargli fiducia una vincita pari a circa 20 volte la cifra scommessa.