in foto: Tesla Model S.

Le auto elettriche stanno rapidamente conquistando una fetta di mercato importante: il sorpasso non è ancora avvenuto, la vetture a benzina o gasolio sono ancora le più vendute, ma in futuro quelle a zero emissioni saranno sempre più numerose. Proprio in quest'ottica va inquadrata l'ascesa di Tesla, il colosso delle auto elettriche che fa capo a Elon Musk, capace di superare una vera e propria istituzione come la Ford, vecchia di più di 100 anni, diventando così la seconda casa americana per valore di mercato.

La casa di Musk dietro solo a General Motors.

Il sorpasso è storico e segna una nuova era nel mondo dell'auto: grazie anche al gigante cinese Tencent, che ha acquistato una quota del 5%, e le consegne del primo trimestre sopra le attese, il titolo in Borsa vola arrivando a guadagnare il 4,8%. Un balzo che fa salire la capitalizzazione della società di Musk a 46,67 miliardi di dollari, sopra i 46,14 miliardi di Ford. Il prossimo obiettivo è rappresentato da General Motors che resta al comando con 52 miliardi. Un successo quello dell'azienda americana che potrebbe aumentare ancora: l'obiettivo, infatti, è di rendere accessibile a tutti l'auto elettrica.

Nonostante il titolo stia andando oltre le aspettative in Borsa, però, quella di Tesla rimane ancora oggi una scommessa piuttosto rischiosa: la società a stelle e strisce, infatti, nonostante sia stata fondata ben 13 anni fa non è ancora redditizia, è fortemente indebitata e ha consegnato solo 76mila auto l'anno scorso. Numeri che, invece, sono dalla parte di Ford che, al contrario della rivale a zero emissioni, ha ricavi annuali che sono 20 volte superiori, miliardi di dollari di profitti e vende milioni di auto l'anno. La sfida tra auto con i classici motori a combustione e veicoli a zero impatto ambientale è solo all'inizio.