in foto: Valentino Rossi / GettyImages

Valentino Rossi ha recentemente subito un incidente durante una sessione di allenamento in off-road. Dopo aver riportato una frattura scomposta di tibia e perone, il campione di Tavullia è stato operato dal dottor Raffaele Pascarella, direttore dell'Unità operativa di Ortopedia e Traumatologia. In seguito all'intervento, VR46 sarà dimesso dall'ospedale in 3/4 giorni ma i suoi tempi di recupero sono stimati tra 30 e 40 giorni. Il lungo stop, in una fase importantissima della stagione, potrebbe avere pesanti conseguenze sulla vittoria del decimo titolo.

Il Dottore salterà due gare.

Attualmente VR46 naviga in quarta posizione e ha un ritardo di 26 punti dall'attuale leader del campionato, l'italiano Andrea Dovizioso su Ducati. L'infortunio fermerà Valentino per 30/40 giorni, quindi l'appuntamento di Misano salterà sicuramente lasciando il GP di San Marino e della Riviera di Rimini orfano del suo grande protagonista. Rossi sarà assente anche alla tappa di Aragòn del 24 settembre.

Il ritorno in Giappone.

L'appuntamento in Giappone al circuito di Motegi è al limite dei tempi di recupero ma, salvo complicazioni, il Dottore potrebbe fare il suo ritorno in sella giusto in tempo. Il ritorno in Giappone coinciderebbe con la fine del ciclo di fisioterapia che riporterà Valentino in sella alla sua Yamaha M1. Una gara molto importante per capire quanto l'incidente abbia influito sulla carriera del campione di Tavullia.

Una stagione difficile.

Valentino Rossi salterà il GP di Misano.in foto: Valentino Rossi salterà il GP di Misano.

Saltando due gare, Rossi perde la possibilità di ottenere un massimo di 25 punti per ogni weekend passato in fisioterapia. Dopo il Giappone, sono 3 le gare che porteranno alla conclusione dell'imprevedibile stagione 2017: Australia, Malesia e Valencia. L'annata 2017 ha portato a VR46 5 piazzamenti a podio, di cui uno valso la vittoria del GP di Olanda. La stagione del Dottore ha avuto un andamento altalenante alternando ottimi podi a prestazioni deludenti, come il decimo posto a Jerez. Con 50 punti potenzialmente persi, al Dottore resta un massimo di 75 punti da ottenere in 3 gare dall'elevato tasso adrenalinico.

Mission impossible.

Andrea Dovizioso attualmente è leader nella classifica iridata. @GettyImagesin foto: Andrea Dovizioso attualmente è leader nella classifica iridata. @GettyImages

Attualmente il distacco da Dovizioso è di 26 punti, che svetta con 183 lunghezze in classifica iridata e tra lui ed il ducatista ci sono Marquez e Vinales, rispettivamente a 174 e 170 punti. VR46 è fermo al quarto posto a 157 punti, inseguito da Dani Pedrosa, che ha un ritardo di 9 punti. Lo stop di due gare porterebbe sicuramente Valentino non oltre la quinta posizione e, nell'ipotesi che Dovizioso vincesse le prossime due gare, il distacco dal leader andrebbe a 76 punti. Con un massimo di 75 punti raggiungibili nelle ultime 3 gare, l'ipotesi del decimo mondiale risulterebbe impossibile per Valentino. Gli appuntamenti di Misano e Aragon vedranno Marquez e Dovizioso battersi ruota a ruota per la vittoria e non vanno esclusi eventuali imprevisti, come l'inaffidabilità della Honda che ha lasciato più volte a piedi lo spagnolo.