in foto: Charles Leclerc – Foto Twitter

Il primo assaggio è andato nel migliore dei modi: Charles Leclerc, il fenomeno che sta dominando la Formula 2, è riuscito a portare la SF70H davanti a tutti nei test dell'Hungaroring che si sono svolti subito dopo il Gran Premio d'Ungheria. Il monegasco, alla prima con la Ferrari, non ha mostrato segni di incertezza facendo segnare il miglior tempo nella prima delle due giornate dedicate ai test; l'ennesima dimostrazione che il talento c'è.

Leclerc, che appartiene alla Ferrari Driver Academy, il programma del Cavallino dedicato ai giovani piloti, è pronto per sbarcare in Formula 1: sono tante le voci sul suo futuro, alcune di queste lo vorrebbero in Ferrari già il prossimo anno al posto di Kimi Raikkonen, ma l'avventura del finlandese con la Rossa di Maranello sembra destinata a proseguire ancora. Più probabile vederlo in Sauber, scuderia motorizzata Ferrari, magari insieme all'altro pilota del team italiano, Antonio Giovinazzi. Lui, però, al momento non sembra preoccuparsi più di tanto del futuro consapevole che il sogno di guidare la Ferrari potrebbe presto realizzarsi.

Vedere il mio nome legato alla Formula 1 e alla Ferrari è bello – ha confessato in un'intervista rilasciata al sito ufficiale della Formula 1 – ma questo non mi sta aggiungendo altra pressione. Mi sto concentrando su ciò che ho da fare con il team Prema in Formula 2, lasciando agli altri l’incombenza di pensare al mio futuro. Essere parte di un'organizzazione come la Ferrari Driver Academy è molto importante, perché la Formula 1 è un mondo un po' chiuso. In questo modo mi viene dato un supporto incredibile in termini di preparazione fisica e mentale; inoltre posso anche avere accesso regolarmente al simulatore della Scuderia e questo è un modo perfetto per affinare la tecnica e prepararsi al meglio in vista di ogni gara. Correre per la Ferrari sarebbe la realizzazione di un sogno, ma adesso devo concentrarmi esclusivamente sulla vittoria in Formula 2.

Quello di Charles Leclerc è un futuro ancora tutto da scrivere, ma il talento di certo non manca al giovane monegasco che, appena ha avuto la possibilità di mettersi in mostra ha colto la palla al balza lasciando senza parole anche Kimi Raikkonen che ha elogiato le sue capacità. Proprio il finlandese potrebbe passare il testimone a Leclerc, ma difficilmente questo avverrà prima del 2019; il talento del Principato ha bisogno di essere sgrezzato e un anno in Sauber sembra essere la soluzione migliore per presentarsi in Ferrari già pronto per vincere.