Mentre il colosso americano ne annuncia un ingente restyling, la Ford Mustang approda in Europa con tutto il suo fascino da muscle car. Un sogno proibito di numerosi appassionati, che potranno godere appieno del "cattivo" V8 5.0 litri. La vettura è stata sottoposta ai rigidi crash test di Euro NCAP ed il risultato non è affatto confortante. Il pessimo punteggio di 2 stelle è un campanello di allarme che indica numerose falle riguardanti la sicurezza di un'auto che risulta inadeguata agli standard europei.

Crash test disastrosi.

Dalla Route 66 al laboratorio Euro NCAP. Il lungo viaggio della Ford Mustang verso il Vecchio Continente finisce dritto contro le barriere dei crash test. La vettura non brilla in numerose prove e la dotazione di sicurezza risulta piuttosto scarna rispetto alla concorrenza. Rispetto alle varianti americane, le Mustang europee sono prive del Forward Collision Warning e presentano alcune modifiche al frontale per rispettare le normative di sicurezza per i pedoni. Il risultato è una bocciatura netta da parte di Euro NCAP, che assegna alla Mustang sole 2 stelle. La muscle car risulta inadeguata agli standard di sicurezza europei e ha registrato un pessimo punteggio soprattutto nella categoria Children Safety, dove ha ottenuto appena il 32%.

in foto: Ford Mustang dopo i Crash Test Euro NCAP.

 Evidenti carenze nella sicurezza.

Il rapporto mette in luce delle problematiche piuttosto preoccupanti. Nel test di impatto frontale gli airbag anteriori si sono aperti in ritardo. In un altro test le cinture posteriori non hanno sostenuto adeguatamente il passeggero, che è scivolato rischiando danni anche mortali. Nell'impatto laterale, il manichino del bambino di 10 anni ha incontrato solo il fondo dell'airbag a tendina e ha sbattuto la testa contro gli interni dell'auto.

Il Segretario Generale di Euro NCAP, Michiel van Ratingen ha dichiarato

Ford non si aspettava che Euro NCAP testasse la Mustang e ha deciso di non dotarla in Europa delle tecnologie di sicurezza disponibili per i clienti americani e presenti su numerose altre auto sportive per questa ragione. Una tale attitudine verso la sicurezza dovrebbe preoccupare i clienti di Ford per l'acquisto di una potente muscle car quanto una comune auto familiare.

In arrivo il restyling che aumenta la sicurezza.

La risposta di Ford è stata pressoché istantanea ed il costruttore ha annunciato l'arrivo, entro fine anno, di un modello aggiornato e dotato di serie dei dispositivi Pre-Collision Assist e Lane Keep Assist. Una volta lanciata la nuova variante sarà cura di Euro NCAP sottoporre la vettura ad un nuovo ciclo di crash test sperando che i miglioramenti possano giovare al punteggio finale. Il pacchetto di sicurezza, già annunciato per il mercato USA, prevede anche il Lane Departure Warning ed il Driver Alert System. La nuova Ford Mustang porta anche una piccola rivoluzione nella gamma dell'Ovale Blu. Sulla muscle car debutta la nuova strumentazione digitale basata su un ampio display LCD da 12 pollici.

Potenti motori per la muscle car.

Ford Mustang MY 2018in foto: Ford Mustang MY 2018.

Nonostante la sicurezza non sia uno dei suoi punti forti, la Ford Mustang può contare sull'ingente dose di cavalli dei suoi motori. Il passaggio a modello globale ha adeguato la gamma della vettura, che ora può contare su un 4 cilindri EcoBoost 2.3 litri turbo da 317 CV, il propulsore si propone come l'alternativa perfetta al V6 che abbandona il listino americano. Per i tradizionalisti non manca il grosso V8 5.0 litri da 412 CV. Entrambi i motori montano un cambio manuale ottimizzato per far fronte all'upgrade. Debutta il nuovo cambio automatico a 10 rapporti, disponibile sia per l'EcoBoost, che per il V8. Le sospensioni risultano ottimizzate per fornire la massima trazione ed il listino propone come optional le sospensioni magnetoreologiche MagneRide, presenti nel Performance Package.