Vettel: “Una gioia indescrivibile. La Ferrari è una grande squadra”

Seb show sul podio. Il tedesco dopo aver cantato l'inno di Mameli e dopo aver mostrato il suo disappunto per l'acqua di rose che sostituisce lo champagne ha espresso tutta la sua gioia: "Una giornata fantastica. Tutto belllissimo, non trovo parole per descrivere la mia gioia. Questa è stata una grande prova di squadra. Ho provato a mettere pressione a Bottas, poi dopo la Safety Car mi è andata bene. Sono stato sorpreso del primo posto dopo la Safety Car. Alla fine ho controllato ed è stato un piacere per me. Lewis è stata una minaccia. Ma ce l'ho fatta. La caccia di Pasqua è andata a buon fine. Loro hanno nascosto le uova e noi le abbiamo trovate. Il successo è stato meraviglioso. Sono felice di avere preso questo trofeo, perché è uno dei più belli. Adesso mi riposo e poi farò i test".

Vettel: "Una gioia indescrivibile. La Ferrari è una grande squadra"

Vettel trionfa in Bahrain, Hamilton secondo.

Per la terza volta Sebastian Vettel vince il Gran Premio del Bahrain. Il pilota della Ferrari precede Hamilton, Bottas e Raikkonen vince la seconda gara stagionale (su tre) e torna solitario al comando del campionato piloti. La Ferrari c'è. L'anno sembra davvero quello buono e la scuderia di Maranello ha confermato che può lottare per entrambi i titoli. Il quarto posto di Raikkonen porta pure al comando del titolo Costruttori la Ferrari. Quinto Ricciardo, poi Massa, Perez, Grosjean, Hulkenberg e Ocon.


Vettel controlla.

Hamilton guadagna sempre tanto su Vettel, che però mantiene un buonissimo vantaggio sul pilota della Mercedes. Bottas intanto controlla su Raikkonen, nella lotta per il terzo posto.


Hamilton ai box, Vettel leader.

Si ferma per la seconda volta Hamilton, che sconta pure la penalità. Vettel è al comando della gara. Seb ha un vantaggio di 9 secondi su Bottas, poi Hamilton e Raikkonen.

Hamilton ai box, Vettel leader

Vettel supera Kimi ed è 2°.

Hamilton è al comando, ma ha anche da scontare una penalità di 5 secondi. C'è il dubbio che l'inglese possa non fermarsi per la seconda volta. E se così fosse Vettel dovrebe dare la caccia al suo rivale, che adesso ha un vantaggio di circa quattordici secondi.


Vettel ai box per la seconda volta.

Secondo pit per Vettel, che decide di andare in marcatura su Bottas, che ha fatto l'undercut. Vettel si ferma e quando ritorna in pista è terzo, davanti a Ricciardo e allo stesso Bottas ma dietro a Hamilton e Raikkonen.


Vettel scappa, Hamilton è 2°.

Vettel ha sei secondi di vantaggio su Hamilton, che con un ordine di scuderia si è liberato di Bottas. La Mercedes ha deciso di sacrificare il finlandese per provare a raggiungere Seb con il proprio pilota più forte.


Altro sorpasso da favola di Kimi, ora è 4°.

Staccata al limite di Raikkonen e sorpasso da paura del finlandese ai danni di Massa. Kimi adesso è quarto.

Altro sorpasso da favola di Kimi, ora è 4°

Hamilton penalizzato.

Il pilota inglese penalizzato di 5 secondi per aver rallentato nella corsia box Daniel Ricciardo. I cinque secondi di penalità verranno aggiunti al tempo complessivo nel caso Hamilton non si fermasse più. Se invece Hamilton effettuerà un altro pit stop, ci sarà uno stop di cinque secondi prima del cambio gomme.


Meraviglioso sorpasso di Raikkonen su Ricciardo.

Raikkonen che in Bahrain si trova a meraviglia infila con una manovra fantastica Ricciardo. Il finlandese è quinto. Kimi così risponde anche al presidente Marchionne che lo aveva punzecchiato la scorsa settimana dopo il GP della Cina.


Gran battaglia tra Vettel e Bottas.

Favoloso duello tra Vettel e Bottas. Il finlandese ci prova con coraggio, ma Seb resiste e mantiene il primo posto.


Incidente tra Stroll e Sainz.

Terza gara e terzo ritiro per Lance Stroll. Il candese questa volta è stato sfortunato, perché è stato speronato da Carlos Sainz, anch'egli ritirato. L'incidente tra la Williams e la Toro Rosso ha provocato la Safety Car, che ha poi portato al comando Vettel.

Incidente tra Stroll e Sainz

Vettel leader in Bahrain. Hamilton quarto.

Bottas, Ricciardo e Hamilton sfruttano la Safety Car e effettuano il pit stop. Quando tutti e tre escono dalla corsia box al comando c'è Vettel. Il finlandese della Mercedes è secondo. Ricciardo è davanti a Hamilton, Massa e Raikkonen.


Verstappen si ritira: freni ko.

Dopo aver copiato la strategia di Vettel, Verstappen prova a volare, ma in una delle ultime curve perde i freni e va a muro. Il pilota olandese, infuriato, si ritira.


Seb ai box.

La Ferrari azzarda con l'undercut di Vettel, che si ferma al decimo giro. Seb va molto veloce, ma adesso è 12esimo.

Seb ai box

Bottas fa da tappo, Vettel, Hamilton e le Red Bull vicinissimi.

I primi cinque in meno di tre secondi. Bottas sembra lento e blocca Vettel, a un passo dal comando, e Hamilton che viene braccato da Verstappen e Ricciardo. Raikkonen dopo aver superato Massa prova ad unirsi al trenino dei primi.


Raikkonen supera Massa.

Kimi si libera di Massa con un bel sorpasso sul rettilineo e si riprende la sesta posizione. Il pilota finlandese, che ha un buon feeling con questo tracciato, adesso proverà ad avvicinarsi ai primi.


Bottas resta leader, Vettel supera Hamilton.

Al via Bottas è perfetto, Hamilton no e Vettel lo infila. Seb è secondo. Raikkonen invece si è fatto superare da Verstappen e da Massa. Il finlandese è settimo.


16esimo GP a Pasqua per la F1.

Per la Formula 1 la gara a Pasqua è quasi un'abitudine. Quella del Bahrain è la 16esima gara ‘Pasquale' per il circus. Scorrendo l'albo d'oro disputate in questa ricorrenza si trova un albo d'oro variegato e con tanti circuiti differenti protagonisti. La prima volta accadde il 7 aprile 1985: Alain Prost con la McLaren motorizzata Porsche vinse in Brasile. Tre anni dopo sempre a Jacarepagua vinse Prost. Nel 1989 invece Nigel Mansell ottenne il primo successo da pilota della Ferrari in Brasile.

Nel 1993 a Donington, nel GP d'Europa, Ayrton Senna riscrisse la storia della Formula 1 e la sua vincendo una gara memorabile. Il suo primo giro urlo fu epico. Tre anni dopo in Argentina vinse Damon Hill, l'anno seguente trionfò a Interlagos Jacques Villeneuve.

Nel 1998 Schumacher in Argentina ottenne il suo primo successo nel giorno di Pasqua. Due anni più tardi a Silverstone ottenne il successo David Coulthard. Mentre nel 2001 a Imola si impose Ralf Schumacher. Il 31 marzo del 2002 invece in Brasile vinse Michael Schumacher, che ottenne un successo triste a Imola nel 2003, il tedesco il giorno prima perse la madre.

Nel 2007 in Malesia vinse nel giorno di Pasqua Fernando Alonso. L'anno seguente a Sepang vinse Kimi Raikkonen. Mentre nella Pasqua del 2010 sempre in Malesia ottenne la vittoria Vettel, con la Red Bull. Mentre il 20 aprile 2014 la Mercedes ottenne una doppietta a Shanghai. Hamilton al traguardo ebbe la meglio su Roberg e su Alonso.


La Griglia di Partenza del Gran Premio del Bahrain 2017.

1a fila: Valtteri Bottas (Fin/Mercedes), Lewis Hamilton (Gbr/Mercedes)
2a fila: Sebastian Vettel (Ger/Ferrari), Daniel Ricciardo (Aus/Red Bull)
3a fila: Kimi Raikkonen (Fin/Ferrari), Max Verstappen (Ola/Red Bull)
4a fila: Nico Hulkenberg (Ger/Renault), Felipe Massa (Bra/Williams)
5a fila: Romain Grosjean (Fra/Haas), Jolyon Palmer (Gbr/Renault)
6a fila: Daniil Kvyat (Rus/Toro Rosso), Lance Stroll (Can/Williams)
7a fila: Pascal Wehrlein (Ger/Sauber), Esteban Ocon (Fra/Force India)
8a fila: Fernando Alonso (Spa/McLaren), Carlos Sainz (Spa/Toro Rosso)
9a fila: Stoffel Vandoorne (Bel/McLaren), Sergio Perez (Mex/Force India)
10a fila: Marcus Ericsson (Sve/Sauber), Kevin Magnussen (Dan/Haas)


Bottas scatta dalla pole. 1a fila tutta Mercedes.

Valtteri Bottas partirà dalla Pole Position nel Gran Premio del Bahrain. Il finlandese ieri per ventitré millesimi ha preceduto Hamilton ed ha ottenuto, nell'ottantesima gara della carriera la prima pole. Bottas sulla carta può ambire anche alla vittoria. Ma a Sakhir Hamilton cerca il bis dopo il successo di Shanghai e la Ferrari con Vettel vuole dimostrare soprattutto di essere vicinissima alla Mercedes, anche se c'è un po' di delusione nell'ambiente dopo la qualifica di sabato. Raikkonen scatta dalla terza fila. Kimi non ha iniziato bene il campionato, ma in Bahrain è salito otto volte sul podio e pera in questo tracciato di ritornare tra i primi tre. Accanto ai ferraristi partono i due ragazzi terribili della Red Bull: Ricciardo e Verstappen, che se partiranno bene potranno diventare molto pericolosi per tutti.