in foto: La Fiat 500 Anniversario

Era il 1957 quando la prima Fiat 500 vide la luce: in precedenza c'era stata la Topolino, seguita poi dalla Simca, ma la data ufficiale di una delle auto più famose della storia dei motori è quella del 1 luglio '57 quando la vettura venne mostrata in anteprima al Presidente del Consiglio Adone Zoli, nei giardini del Viminale. Un successo enorme che a 60 anni da quel giorno non si è mai interrotto.

Due nuovi colori e dettagli anni '60.

Proprio per festeggiare al meglio l'evento, la casa torinese ha deciso di presentare la "500 Anniversario" che sarà presente in tutte le concessionarie italiane dal 4 luglio: una data che non è casuale visto che, proprio in quel giorno di 60 anni fa, venne presentata al grande pubblico. Il modello in questione mira a rievocare le atmosfere de La Dolce Vita facendo rivivere le atmosfere degli anni '60 grazie a due nuovi colori come "Arancio Sicilia" e "Verde Riviera", uniti a dettagli stilistici che riportano indietro negli anni come la cromatura sul cofano e sulle calotte degli specchi, gli storici loghi Fiat e i cerchi in lega da 16" vintage o in un design alternativo con finitura diamantata, che richiamano i raggi delle auto d’epoca.

Un richiamo al glorioso passato della storica vettura che non si manifesta solo con i dettagli della carrozzeria, ma anche con i nuovi sedili in tessuto a righe orizzontali con cadenini e logo 500 ricamato. Nonostante lo stile dal gusto retrò, però, la 500 Anniversario non rinuncia alla tecnologia il pacchetto UconnectTM Link Plus che include il quadro strumenti digitale TFT 7”, la radio Uconnect 7’’ HD LIVE, la predisposizione ad Apple Car Play e Android AutoTM e, a richiesta, il navigatore integrato con mappe Tom Tom. Disponibile in diverse motorizzazioni, sia benzina che diesel, oltre al Gpl, la nuova Fiat 500 Anniversario sarà proposta a un prezzo promozionale di lancio a partire da 13.600 euro che può scendere di mille euro con l'adesione al programma di finaziamento Menomille. Una novità dal sapore antico per rivivere il mito così come era agli albori senza rinunciare alle comodità di oggi.