Era il 1966 quando il pilota neozelandese Bruce McLaren partecipò alla sua prima gara in Formula 1, in occasione del Gran Premio di Montecarlo. Un debutto non certo fortunato visto che la vettura non riuscì ad arrivare in fondo alla gara, ma quel momento rappresentò la nascita di una delle scuderie più importanti della storia delle gare automobilistiche. Ora, a cinquant'anni di distanza da quell'evento, la casa inglese ha voluto celebrare la ricorrenza realizzando un modello esclusivo.

Livrea bianca e striscia verde, l'omaggio alla M2B.

La one-off della factory britannica si caratterizza per la livrea, ispirata al modello che scese in pista nel 1966, e presenta una carrozzeria bianca con una striscia verde, orlata da un filetto color argento, che percorre tutta la lunghezza dell'auto. Un riferimento forte dato che sono gli stessi colori indossati da McLaren nella sua gara d'esordio. Il modello, realizzato sulla base della 570s , prende il nome di McLaren 570s M2B fondendo così passato e presente del marchio. Oltre alla colorazione esclusiva, ci sono tanti dettagli in fibra di carbonio che rendono l'auto più leggera mentre le prestazioni della vettura rimangono inalterate.

in foto: McLaren 570s M2B

Gli ingegneri inglesi hanno preferito non mettere mano al V8 3.8 biturbo da 570 Cv e 600 Nm abbinato al cambio automatico doppia frizione a sette rapporti. Difficile fare meglio in termini di prestazioni. La McLaren 570s, infatti, è capace di raggiungere la velocità massima di 328 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3,2 secondi. Prestazioni da vera Formula 1, forse è proprio questo il modo migliore per ricordare i primi 50 anni dal debutto nella massima serie delle competizioni motoristiche.