in foto: Il gruppo Fca continua a crescere

La crisi del mercato dell'auto sembra ormai alle spalle. Le immatricolazioni in Europa continuano a crescere facendo registrare un confortante + 7,3% rispetto a settembre 2015: sono 11.607.266, ovvero ben 830.000 in più rispetto allo scorso anno. Quasi tutti i paesi, Italia compresa (+17,4%), hanno visto aumentare la percentuale di auto vendute: bene Spagna (+13.9%) e Germania (+9.4%), seguiti da Francia (+2.5%) e Regno Unito (+1.6%). Bene anche le vendite

Un trend più che positivo tanto che già si parla di settembre record. Stando ai dati diffusi da Acea, l'associazione dei costruttori europei, tutti i maggiori costruttori sembrano in ripresa: a guidare il gruppo c'è Vokswagen che finora ha immatricolato 2.778.598 auto (+3%), seguito dal gruppo PSA (1.146.024, +2,1%) e Renault (1.139.587, 12,9%). In calo solo Mitsubishi, che paga un 9,8%, e Nissan che si attesta su una percentuale del -2%.

Vola il gruppo Fca.

A volare, però, è il gruppo Fca che fa registrare una crescita doppia rispetto al mercato europeo: a settembre le immatricolazioni sono state 90.848, il 14,2% in più dello stesso mese 2015 a fronte di un incremento del 7,3% del mercato. La quota sale così dal 5,7 al 6,1%. Nei primi nove mesi dell'anno le consegne Fca sono 767.909, pari a una crescita del 15,3% e la quota passa dal 6,2 al 6,6%. Bene tutti i brand del gruppo, in particolare Alfa Romeo che a settembre registra un balzo del 39%, trainata dalla nuova Alfa Romeo Giulia e Jeep che continua la sua corsa grazie alla Renegade. In ripresa anche Lancia/Chrysler che in passato aveva sofferto. Il gruppo italiano si dimostra ancora una volta in salute incrementando le vendite in quasi tutti i paesi, in particolari in Italia, Germania (+29,4% a settembre), Francia (+8,4) e Spagna (+37,2%).