Valentino Rossi ha messo un’importante ipoteca sul trionfo al Monza Rally Show chiudendo la sesta speciale in programma, la ‘Maxi Gran Prix 1’ con 7 secondi e mezzo di vantaggio sul primo inseguitore, Marco Bonanomi, e 9 e mezzo sullo specialista del rally, Dani Sordo. Lo spagnolo al volante della Huynday i20 ha tentato il recupero nella settima speciale, ma nonostante la vittoria, il pesarese è riuscito a contenere il ritardo, chiudendo con il terzo tempo e pagando appena 1 secondo e 5 decimi al volante della sua Ford Fiesta. Il bilancio parziale del Dottore è un vantaggio di oltre 12 secondi su Bonomi e 15 su Sordo ma decisive saranno le ultime tre speciali di domenica.

in foto: Valentino Rossi al Monza Rally Show 2016

Fare così tanti secondi posti, cinque, stava quasi diventando un problema. Che due cogl…i! – scherza il pesarese ai microfoni di Motorsport – Ma ho vinto la speciale più importante, e soprattutto sono riuscito a prendere un bel vantaggio. E' stata per noi la prova più bella. Però nelle altre sono sempre stato lì, molto vicino a chi vinceva. Sono stato molto contento di aver fatto bene su questa prova perché era di notte e ho fatto ottimi tempi. Era la prova più difficile

Questa è una gara che mi piace moltissimo – ha aggiunto – ho tanta esperienza e quindi conosco le speciali, ho molta dimestichezza. Sono contento perché ne ho vinta solo una ma credo di aver vinto quella più importante, quella più lunga. 12 secondi sono un buon vantaggio, ma domani può ancora succedere di tutto perché domani mattina presto affronteremo l'altra speciale lunga, e tutto può ancora accadere”

Dani non è tanto lontano, perché dobbiamo considerare che ha preso un birillo, dunque ha preso 5 secondi di penalità. Secondo me è molto veloce nelle prove corte, invece in quelle lunghe secondo me soffre un po' con le gomme. Noi con le Pirelli riusciamo a essere più costanti. Ma dobbiamo cercare di gestire il vantaggio

Cairoli in difficoltà? Cairoli ha fatto fatica quest'anno, probabilmente ha avuto problemi anche alla vettura, ma non ne sono sicuro. Però secondo me si concentrerà molto Sulla Masters' Show. Lo scorso anno è riuscito a vincere e ha dimostrato di essere molto veloce e proverà a fare l'exploit lì”.

Infine, il campione di Tavullia è tornato a parlare di MotoGP e dell’arrivo del nuovo compagno di squadra che nei test di Valencia e Sepang è stato subito veloce e a proprio agio sulla M1.

All'inizio pensavo che chiunque fosse arrivato in Yamaha dopo l'addio di Lorenzo, per me sarebbe stata più facile, almeno all'inizio. Invece Vinales è andato subito molto forte. Io comunque di compagni di squadra forti me ne intendo. Ho molta esperienza.

A video posted by valeyellow46 (@valeyellow46) on