in foto: Valentino Rossi e Franco Morbidelli – foto Instagram @vr46ridersacademyofficial

Franco Morbidelli è il volto nuovo del motociclismo italiano: sette vittorie in 11 gare rappresentano un ottimo bottino per il pilota romano che guida la classifica della Moto2 con 26 punti di vantaggio su Thomas Luthi. Un distacco che non permette al pilota della Vr46 Academy di dormire sonni tranquilli, ma che lo proietta in testa al mondiale; potrebbe essere lui il prossimo pilota tricolore a laurearsi campione del mondo raccogliendo il testimone proprio dal Dottore, ultimo italiano a vincere un titolo nel 2009 in sella alla Yamaha.

Le sfide con Rossi dietro i successi di Morbidelli.

Una crescita importante quella di Morbidelli avvenuta grazie anche agli allenamenti con il numero 46: i due, infatti, sono soliti allenarsi insieme proprio nel ranch di Valentino Rossi. Una possibilità che il romano sta sfruttando nel migliore dei modi, cercando di rubare i segreti del mestiere dal campione di Tavullia: è stato lo stesso Morbidelli a ribadire l'importanza di avere al proprio fianco un fenomeno come Rossi.

Si migliora come pilota in molti aspetti quando ti alleni con Rossi – ha dichiarato in una intervista a Speedweek – Difficile individuare un aspetto specifico perché lo sviluppo di un pilota è qualcosa che avviene passo dopo passo. Ci alleniamo su molte cose importanti. Ma credo che la cosa più importante che porta a grandi miglioramenti è la sfida. Abbiamo l'opportunità di allenarci con molti piloti, che vediamo sulla pista domenica. Anche con Valentino e ciò aumenta certamente il nostro livello.

I successi di quest'anno, quindi, sono anche merito degli allenamenti con il numero 46. Le sfide in pista sono sempre tirate e nessuno dei partecipanti ci sta a perdere, anche se si tratta di un semplice allenamento. Una competizione che fa bene ai risultati in pista visto che Morbidelli ha già portato a casa sette vittorie quest'anno: per il titolo ne serviranno ancora, ma la strada imboccata sembra essere quella giusta.