in foto: Mattia Pasini / GettyImages

Non ci voleva. Dopo la penalizzazione arrivata ad Assen per aver tagliato l’ultima chicane, Mattia Pasini è stato escluso dalla classifica del Gp di Catalunya dove aveva chiuso secondo al traguardo. Un controllo avvenuto dopo le qualifiche della Moto2 a Barcellona ha rilevato l’utilizzo di un olio del motore non conforme alle specifiche previste dal regolamento tecnico della classe di mezzo.

Olio irregolare.

In occasione della gara in Olanda il team Italtrans ha presentato un secondo campione di olio e l’esito dei test è stato lo stesso della prima analisi. Per questi motivi, il Panel di Stewards del Motomondiale ha imposto una squalifica per il pilota riminese, escludendolo dalla classifica della gara di Barcellona. Contro alla decisione, comunicata al termine della gara del Sachsenring che Pasini ha chiuso al quinto posto, potrà essere presentato ricorso entro 30 giorni dalla data di notifica, accompagnato da un deposito cauzionale di 1.320 euro. Brutta batosta per il riminese che dopo il podio olandese vede così sfumare anche i 20 punti della piazza d’onore Barcellona, tornando a quota 73 punti in classifica piloti dove adesso è sesto alle spalle di Pecco Bagnaia.