in foto: Mattia Pasini subito dopo la pole indica il piccolo cuore dedicato al Sic / MotoGp.com

A Misano c’è un gran gusto ad essere in pole… “e poi con quel casco lì” sorride Mattia Pasini che, sulla pista dove ha girato per la prima volta con le ruote alte, scatterà dalla pole position del Gp di San Marino e della Riviera di Rimini. Con lui in prima fila in griglia ci saranno il leader dl mondiale Moto2 Franco Morbidelli e lo svizzero Dominique Aegerter. Quarta pole di fila per il pilota romagnolo che sul circuito intitolato a Marco Simoncelli rende omaggio all’amico e pilota scomparso, riportando in pista i colori bianco e rosso e l’immancabile leopardo del Sic.

Mattia Pasini in pista con le indimenticabili grafiche di Marco Simoncelli / MotoGp.comin foto: Mattia Pasini in pista con le indimenticabili grafiche di Marco Simoncelli / MotoGp.com

È bellissimo, abbiamo fatto un grande lavoro questo weekend perché da Silverstone abbiamo visto cosa migliorare e secondo me qua abbiamo fatto un buon lavoro. Nei due turni del mattino non sono stato molto veloce perché, soprattutto ieri mattina, la pista era ancora molto chiazzata e non mi fidavo, e stamattina praticamente abbiamo girato con le gomme di ieri che avevano 40 giri. Sapevo che la moto andava bene e potevo avere un buon passo, e fare un time attack nel mezzo del turno è stato molto positivo, perché mi sono liberato un po’ nel traffico e questa è una pista un po’ corta e stretta, e alla fine potevo migliorare ancora qualcosa ma ho trovato un po’ di traffico, vedremo domani” ha detto a caldo ai microfoni di SkySport.

"Una grande emozione"

Marco Simoncelli era un grandissimo amico di Pasini e dopo quasi sei anni da quel terribile Gp di Malesia a Sepang che il Sic non ha mai concluso, il campione di Coriano è sempre nelle giornate del Paso. È nel piccolo cuore che Pasini porta sul codone della Kalex schierata dal team Italtrans e, qui a Misano, anche sul casco con le grafiche del Sic che il 32enne romagnolo ha deciso di riportare in pista.

È tantissimo tempo che lo volevo fare ma è un casco che va onorato. Quindi, secondo me, adesso era il momento giusto. Stamattina ero molto emozionato perché comunque è davvero un casco speciale – ha concluso.