in foto: Roger Lee Hayden (al centro) con Toni Elias e Josh Hayes sul podio di Pittsburgh / Instagram

Ci sono vittorie che hanno un significato speciale e quella di Roger Hayden in gara-2 della MotoAmerica Sbk a Pittsburgh, in Pennsylvania, è certamente una di queste. Roger si trovava a Pittsburgh per un test con la Suzuki GSX-RR del team Yoshimura quando aveva appreso dell’incidente in bici che pochi giorni dopo, il 22 maggio, strappava via la vita del fratello Nicky. Dalla scomparsa del “Kentucky Kid” per Roger era iniziato un periodo difficile e per lui i risultati non erano più arrivati.

Roger: "Nicky sempre nel mio cuore.

Nel weekend però, in Roger è scattato qualcosa e finalmente è riuscito a tornare sul gradino più alto del podio, lasciandosi dietro il compagno di squadra Toni Elias dopo una gara non semplice: scattato dalla pole, Roger ha provato subito la fuga ma la bandiera rossa per il brutto incidente di Hayden Gillim, suo cugino, aveva complicato i piani. Alla ripartenza di una gara durata solo sei giri, Roger non ha perso la concentrazione, tagliando per primo il traguardo. Roger ha subito dedicato la vittoria a Nicky, mostrando sotto sotto la tuta la t-shirt con il numero 69 del fratello.

È stato uno dei weekend più difficili perché ho saputo dell’incidente di Nicky mentre era qui a Pittsburgh impegnato in un test. Durante la gara ci ho pensato continuamente ma non mi sarei lasciato scappare la vittoria finale per nessun motivo – ha detto al parco chiuso – Dedico questa vittoria a mio fratello: è sempre nel mio cuore"

Poi su Instagram, pubblicando la foto del podio, Roger ha lasciato andare le sue emozioni: “Ero proprio qui a Pittsburgh per un test privato il maggio scorso quando avevo ricevuto la notizia dell’incidente di Nicky in Italia ed essere tornato qui ha riportato alla mente ricordi difficili. Vincere la gara è stato molto speciale per me e la mia famiglia per molte ragioni. Il supporto degli ultimi mesi da parte di tutti è stato incredibile. Condividere il giro della vittoria con i tifosi e essere in tv con la maglia #69 sotto alla tuta è stato come farlo per tutti. Grazie alla mia squadra per il duro lavoro e per aver sempre creduto in me”. Roger ha vinto con un margine di circa 2 decimi e mezzo su Toni Elias che resta in testa al campionato con 79 punti di vantaggio su Hayden. “Roger ha fatto un ottimo lavoro e sono felice per lui” ha aggiunto Elias prima di raggiungere il podio per la premiazione di rito.

A post shared by Twitter: @RogerHayden95 (@rogerhayden95) on