in foto: Paddock Girls in circuito / GettyImages

La presenza delle paddock girls in circuito potrebbe avere le ore contate. Il gruppo comunale Ganemos Jerez ha presentato una proposta di un accordo con Dorna, la società che organizza il campionato del mondo di motociclismo MotoGP e Superbike, affinché le ombrelline vengano bandite da tutte le competizioni che si svolgono sul circuito di Jerez de La Frontera. La proposta arriva dal gruppo politico Podemos, sostenuta da sette gruppi femministi della provincia di Cadice, e mira ad evitare stereotipi sessisti che accrescono l’oggettivazione delle donne.

La proposta per bandire le ombrelline.

La promozione del Motomondiale attraverso le famose paddock girls, si legge nella nota della formazione politica, viola l’art. 34/38 della Legge generale sulla pubblicità in Spagna, perché “ritrae donne in forma vessatoria, utilizzando particolari o direttamente il corpo come mero oggetto non correlato al prodotto che si intende promuovere, fornendo un’immagine associata a comportamenti stereotipati”. Inoltre, prosegue la proposta, non rispetta l’effettiva parità delle donne e degli uomini e le leggi sulla comunicazioni audiovisive dell’Andalusia. Il Gran Premio di Spagna della MotoGp è in programma a Jerez il prossimo 7 maggio e gran parte delle ragazze sono state già contattate per l’evento sul circuito andaluso. Tuttavia, la probabilità che la proposta venga accolta non è del tutto remota dal momento che l’azienda proprietaria del circuito di Jerez è l’impresa comunale Cirjesa, il cui consiglio è attualmente controllato dal partito socialista operaio spagnolo, che gode dell’appoggio politico anche di Ponemos, il gruppo da cui è partita la proposta di bandire le paddock girl dalla griglia di partenza.