in foto: Dovizioso e Lorenzo con il team Ducati al parco chiuso / GettyImages

Prima fila al Red Bull Ring per le Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, secondo e terzo sulla griglia di partenza del Gp d’Austria, dietro solo a Marc Marquez che a Spielberg centra la sua pole numero 70. Miglior qualifica stagionale per Dovizioso dopo la prima fila al Mugello, una piazza d’onore importante per non perdere il contatto con Marquez che dalla pole potrebbe tentare una fuga.

Marquez: “Con le Ducati sarà difficile”.

“Sono contento perché l’anno scorso qui ho fatto fatica, e invece quest’anno già dall’inizio siamo partiti al 120%, sto guidando al limite e il passo è migliorato facendo delle piccole modifiche alle moto. In qualifica dai tutto di traverso ma alla fine sono contento perché partire dalla pole è molto importante alla prima curva.

Vedremo domani, dicono che le temperature saliranno, quindi sarà importante scegliere la gomma giusta. Sarà difficile perché le due Ducati vanno forte – sono state le parole di Marquez a Sky Sport.

Lorenzo: “Noi tre favoriti”.

“Nei test di lunedì a Brno abbiamo fatto un grande passo in avanti e riconfermarlo qui non è stato facile perché all’inizio il weekend non è iniziato in modo eccellente, ma ho migliorato la confidenza, la velocità, il feeling e sono andato più veloce a ogni turno. Non è stato un giro perfetto ma è stato un grande giro, la terza posizione in griglia è importante per domani, la squadra è molto contenta – spiega il maiorchino – Manca l’ultimo step che magari domani si farà, ci proveremo. Sarà una gara lunga, decisiva nella scelta gomme, sarà importante decidere il giusto pneumatico”.

Le due Ducati contro Marquez? Sì, ieri Marc era un passo avanti ma ci siamo avvicinati, soprattutto io. I favoriti siamo noi tre, però sia Vinales che Rossi sono forti e con un grande passo.

Dovizioso: “Magari fosse solo Marc”.

“Sono molto soddisfatto per la prima fila e molto soddisfatto di aver capito moto di più la giornata si conseguenza a questa qualifica. Si poteva fare la pole, non ho fatto il giro perfetto, sono molto contento delle sensazioni avute in qualifica, anche se oggi le gomme si sono comportante in modo diverso da ieri. Ieri avevamo la scelta fatta, oggi invece hanno lavorato in modo diverso. La qualifica ci ha dato un feedback molto importante, siamo riusciti a interpretare la situazione e a fare una bella strategia, perché riuscire a fare secondo con una strategia diversa è anomalo. Si fa fatica a scegliere la gomma un po’ più dura per fare il tempo, ma oggi ha funzionato bene, sono molto contento”.

Ducati contro Marquez: “Magari ci fosse solo lui, non credo. Ci sono molti piloti con un buon passo, impossibile fare pronostici”.