Inizia in salita per Valentino Rossi il fine settimana al Red Bull Ring: al termine della prima giornata di libere del Gp d’Austria il pesarese non è riuscito a rientrare nella top ten in entrambi i turni della giornata, chiudendo entrambi con il 12° tempo. Staccato di 8 decimi dal riferimento di giornata siglato da Andrea Dovizioso, il Dottore ha dovuto fare i conti anche con una forma influenzale che si porta dietro da un paio di giorni.

Venerdì difficile, ho sofferto più di quanto mi aspettassi, soprattutto questa mattina perché non mi trovavo proprio con la moto. E poi mi sono svegliato male, già da due o tre giorni che ho un po’ di influenza, raffreddore, mal di gola, e poi ho proprio una sensazione di malessere, mi fa male la testa. Non sono molto sveglio, quindi è stata ancora più dura. Nel pomeriggio è migliorata sia la mia condizione, fortunatamente, e anche il feeling con la moto. Abbiamo migliorato un po' il bilanciamento. Ma c’è ancora da lavorare, perché in uscita dalle curve ho troppo spin e non ho velocità in fondo al rettilineo e in alcuni tratti dove lo scorso anno ero veloce, quest’anno faccio più fatica – ha detto Valentino Rossi ai microfoni di Sky Sport.

in foto: Valentino Rossi / Sky Sport

Rossi: "Domani l'obiettivo è entrare nella top ten.

Guardando alla giornata di domani, per Rossi sarà importante cercare di entrare direttamente in Q2: “Per domani abbiamo tante cose da provare. Come sempre le Fp3 saranno importantissime perché bisognerà entrare nei primi dieci. Siamo tutti molto vicini, e poi io oggi, sinceramente, con la gomma morbida non ho guidato al massimo, ho fatto qualche errore e sono fuori di poco. Quindi domani il primo obiettivo è entrare nei dieci e cercare un bilanciamento migliore”.

Vinales: "Ci manca un po' di accelerazione.

Situazione diversa quella del compagno di squadra, Maverick Vinales, che ha chiuso la giornata con il secondo tempo, dopo un testa a testa con Dovizioso che alla bandiera a scacchi ha dato ragione al forlivese. “Giornata positiva e abbiamo lavorato bene. Ci manca ancora tanto lavoro di elettronica, possiamo migliorare sull’accelerazione, ma sono contento. Mi trovo bene sulla moto, anche nel t2 e t3, ma dobbiamo ancora migliorare. Secondo me manca un po’ di accelerazione e vedere come risolvere l’impennamento. Comunque ho un buon feeling, anche nella parte più guidata la moto si omporta molto bene, sono fiducioso”.