Brno da dimenticare per Andrea Iannone, caduto nel caos dei cambi moto del Gp della Repubblica Ceca per evitare l’Aprilia di Aleix Espargaro che dopo il flag to flag stava lasciando il box. Lo spagnolo, poi penalizzato di tre posizioni, stava rientrando in pista su indicazione di uno dei suoi meccanici mentre Iannone sopraggiungeva: la grande frenata di Andrea ha scomposto la sua Suzuki che, nella scivolata, ha anche urtato la moto del compagno di squadra Alex Rins, facendola cadere a terra e danneggiandola all’altezza del manubrio.

in foto: Andrea Iannone / GettyImages

Sono rientrato un giro dopo Marquez e il tempismo era perfetto ma all’improvviso mi sono trovato Espargaro davanti” ha spiegato Iannone che però scagiona Aleix. “La colpa non è di Aleix ma del meccanico che gli ha dato il via libera. Il regolamento parla chiaro, e dice che chi rientra ha la precedenza. Il suo meccanico doveva controllare chi stava rientrando. Di queste cose ne abbiamo parlato per ore in Safety Commission”.

"Due belle botte, poi anche l'errore dei meccanici"

Ho toccato il freno, la moto è partita e sono finito contro la moto di Rins. Ho preso due belle botte, alla gamba e all’anca”. Ad ogni modo, Iannone si è prontamente rialzato per ripartire con la sua seconda moto. Ma un errore al box lo ha vanificato gli sforzi. “Quando sono salito sulla seconda moto, c’erano montate una gomma slick e una da bagnato” ha aggiunto l’abruzzese. “A quel punto ho perso una vita e la mia gara è finita lì. Un errore simile mi era già successo in qualifica, quando mi avevano montata una slick usata”. La gara di Iannone si è conclusa con la 19° posizione mentre Rins ha chiuso in 11° piazza.

Aprilia: "Espargaro senza colpe"

La penalità di tre posizioni inflitta a Espargaro non è andata giù al direttore tecnico e sportivo di Aprilia, Romano Albesiano, che ha parlato di una sanzione che “colpisce un pilota totalmente incolpevole”. Espargaro, che era in lotta per il podio, dopo la penalizzazione “ha perso concentrazione e ritmo”. Un episodio sfavorevole che fortunatamente non ha avuto conseguenze fisiche né per Iannone né per i meccanici in corsia box che hanno rischiato di essere investiti. “Queste situazioni non sono facili da gestire” ha poi aggiunto Espargaro. “Nel flag to flag c’è sempre molto caos in pit lane, penso serva qualche modifica la regolamento”.