in foto: Cal Crutchlow / GettyImages

Cal Crutchlow ha spiegato di aver ignorato il parere dei medici che a Brno gli hanno consigliato di saltare le qualifiche del Gp della Repubblica Cena per il sospetto di infortunio alla schiena dopo la caduta nelle libere 3 di sabato. Il portacolori del team LCR ha però preso parte alle qualifiche, cogliendo un quinto tempo che domani in gara gli consentirà di partire dalla seconda fila, tra le Ducati di Dovizioso e Lorenzo, subito dietro al poleman Marc Marquez, con Valentino Rossi e Dani Pedrosa in prima fila.

In pista contro il parere dei medici.

La scivolata era arrivata nei primi minuti della sessione alla curva 10, lo stesso punto dove pochi istanti prima era scivolato anche Marc Marquez, incappato come il britannico in una perdita d’olio dalla Ducati Aspar di Alvaro Bautista. La Honda di Crutchlow era finita contro gli airfence che delimitano la pista e la sessione sospesa per alcuni minuti dalla bandiera rossa, per consentire la sostituzione dei cuscini di sicurezza. Sottoposto agli esami di rito presso il centro medico del circuito, Cal è stato dichiarato fit ma i medici avevano gli avevano consigliato di saltare libere 4 e qualifiche per sottoporsi a ulteriori accertamenti in ospedale. Ma Crutclow ha ignorato il parere, tornando in pista.

Rispetto il Dott Charte e tutto il personale della cliniica mobile ma la decisione è stata mia ed è per questo che si sono arrabbiati. Sono un pilota e voglio – ha detto Crutchlow ai microfoni di Movistar TV al termine delle qualifiche – Sono un pilota e voglio correre. Dovrò tornare in ospedale perché pare ci sia qualcosa alle vertebre”.

Cal ha poi pubblicato tra le storie di Instagram alcuni video del trasferimento in ambulanza, insieme alla moglie Lucy e al boss Lucio Cecchinello, nel quale non sono mancati alcuni siparietti con la barella. Nel frattempo però, gli esami svolti dopo le qualifiche non hanno evidenziato alcun problema significativo ma solo una contusione, per cui è ragionevole pensare che domani Cal sarà regolarmente al via.