in foto: Andrea Dovizioso / GettyImages

MotoGp non stop. A meno di una settimana del Gp della Repubblica Ceca, si prosegue senza sosta con il secondo dei tre appuntamenti del mese di agosto: il Gp d’Austria, in programma questo weekend al Red Bull Ring di Spielberg, teatro lo scorso anno della doppietta Ducati targata Andrea Iannone e Andrea Dovizioso, con cui la Rossa ruppe un digiuno che durava dall’ultimo trionfo di Casey Stoner con la Rossa, nel 2010. Un’impresa che questo fine settimana non sarà così scontato ripeterete, considerato che Honda e Yamaha si faranno trovare molto più pronte rispetto a 12 mesi fa, ma non impossibile, per la quale sarà importante essere competitivi fino dall’inizio del weekend.

Dovi: "Quest'anno sarà diverso"

Occhi puntati ovviamente su Andrea Dovizioso, attualmente terzo in classifica piloti staccato di 21 punti da Marc Marquez: “Considerando il nostro risultato dello scorso anno, in Austria siamo sicuramente tra i favoriti ma quest’anno la situazione è diversa perché senza le alette non sarà facile trovare la stessa velocità” ha spiegato Dovizioso, reduce dal sesto posto nella gara di Brno. “Nonostante il risultato di Brno sia stato inferiore alle nostre aspettative, in generale sono contento delle prestazioni che abbiamo avuto nel corso del weekend in Repubblica Ceca, anche se alla fine purtroppo abbiamo perso molti punti nella classifica del campionato. Lunedì nei test ufficiali abbiamo provato la nuova carena e il mio feeling è stato buono, per cui sono fiducioso per questa gara e credo che potremo essere competitivi sin dall’inizio del weekend”.

Lorenzo: "Importante essere subito competitivi"

Anche per Jorge Lorenzo, decimo in classifica piloti a 67 punti di ritardo dal compagno di squadra, sembra essere arrivato il momento di raccogliere i frutti del lavoro della prima metà stagione. “Sulla carta la nostra moto si adatta perfettamente al circuito di Spielberg” ha dichiarato Lorenzo. “Per me sarà la prima volta che giro con la Desmosedici in Austria e sarà molto importante ritrovare le sensazioni che ho avuto a Brno e dimostrare di essere competitivi fin dalla prima sessione di prove. Mi trovo molto bene con la nuova carena e adesso avremo la possibilità di testare il suo rendimento anche su un nuovo circuito”. Quanto alla nuova carena aerodinamica che, nella gara di Brno, era stata utilizzata solo da Lorenzo, e poi provata da Dovizioso nei test di lunedì, al Red Bull Ring sarà probabilmente montata sulle moto di entrambi i piloti.