in foto: Michelin porta una gomma anteriore dura asimmetrica per la gara di casa / GettyImages

Dopo il Gp di Spagna a Jerez, il Circus della MotoGP sbarca Le Mans per il GP di Francia, nuovo banco di prova per Michelin che per la gara di casa si è preparata al meglio, organizzando una decina di giorni fa un test sul tracciato transalpino recentemente riasfaltato. Malgrado condizioni meteo poco clementi, il test ha permesso al produttore francese di decidere al meglio quali mescole mettere a disposizione nel fine settimana di gara.

A Le Mans anteriore dura asimmetica.

Come da regolamento, Michelin fornirà ai piloti tre specifiche per l'anteriore e tre per il posteriore, a mescola morbida (banda bianca) media (senza banda) e dura (banda gialla). Per quanto riguarda l'anteriore dura e le tre gomme posteriori, queste avranno profilo asimmetrico con spalla destra rinforzata. Per la gara di Le Mans i piloti non potranno ancora contare sulla gomma con carcassa più rigida (come quella utilizzata nella gara di Valencia del 2016) provata da tutti i piloti in occasione dei test di Jerez all'indomani della gara in Spagna. Questa gomma, contraddistinta dal codice 070 dovrebbe essere disponibile per il Gp d'Italia al Mugello, tra due settimane, se la maggioranza dei piloti sarà favorevole. La decisione arriverà proprio a Le Mans, alla vigilia della Gp del prossimo weekend. In caso di pioggia, i piloti potranno contare su gomme rain a mescola morbida e media sia per l'anteriore che per il posteriore.

Questo è un fine settimana molto importante per noi perché è il nostro GP di casa e come tale ha sempre un significato speciale, il che aggiunge particolari aspettative – ha dichiarato Piero Taramasso, responsabile Michelin del programma MotoGP. Il pubblico francese è molto nazionalista e sicuramente ci incoraggerà, per cui dovremo mostrarci all'altezza per ripagare e appagare gli appassionati tutto il personale Michelin che sarà in pista.

A inizio mese abbiamo svolta un buon test a Le Mans per provare il nuovo asfalto e raccogliere quanti più dati possibili su quali mescole utilizzare. Ciò ci ha permesso di tornare a Clermont-Ferrand e approntare una gamma di pneumatici che forniranno prestazioni ottimizzati per questo circuito. Il nuovo asfalto fornisce un livello di grip superiore a prima, non solo sull'asciutto, ma anche sul bagnato che potrebbe rivelarsi importante dal momento che il meteo può essere facilmente variabile a Le Mans.