Non delude le aspettative di chi si aspettava di vederlo scattare davanti a tutti per la quarta volta consecutiva al Gp d’Argentina: al Termas de Rio Hondo lo spagnolo della Honda doma un asfalto bagnato e andato asciugandosi durante le qualifiche che hanno riservato inedite emozioni per la sorprendente prima fila di Karel Abraham e Cal Crutchow.

Oggi è stato difficile, ma possiamo dire che l’acqua ha aiutato un po’ – ha commentato Marquez ai microfoni di Sky MotoGP – Con l’asciutto potevamo fare la prima fila, ma erano condizioni particolari. Ma va bene così, abbiamo fatto un buon lavoro, la pista si stava asciugando e ti dovevi adeguare a ogni giro. Ero indeciso se montare le slick, poi mi hanno detto che non era il caso di rischiare una caduta alla seconda gara dell’anno.

Domani vedremo come va – ha aggiunto lo spagnolo – le previsioni meteo danno asciutto, vedremo nel warm up di fare qual passo in avanti nel setup per lottare per il podio. Vinales indietro? È sesto, fosse stato 14° o 15° sarebbe stato diverso, ma non cambia nulla”.

Quanto al caso della gomma “speciale” portata dalla Michelin che i piloti hanno deciso non utilizzare dopo l’incontro in Safety Commission, lo spagnolo ha confermato di essere tra i piloti che non la volevano provare. “Non la volevo, ma il regolamento dice che abbiamo a disposizione tre pneumatici per l’anteriore e tre per il posteriore, niente di più e niente di meno. Se il regolamento dice questo, va seguito. Il problema è stato che il Direttore di Gara non sapeva se questa gomma andava bene. Alla fine sarebbe stato solo un test, va bene così”.

in foto: Marc Marquez / GettyImages

Abraham incredulo. Crutchlow: “Ducati forti ma non Lorenzo”.

“È una grande sensazione e sono contento di questo risultato – ha detto Abraham dopo aver centrato il secondo tempo – ro un po’ nervoso per le condizioni perchè non ho mai provato le Michelin e la Ducati sul bagnato ma siamo andati bene fin da venerdì e questo ci ha aiutati ad ottenere questo posto in qualifica. Spero di riuscire a fare bene anche domani”. Conferma le qualità sulle condizioni intermedie Cal Crutchlow: “Ovviamente è stata una giornata difficile da gestire, ieri è stata più semplice, sono felice ma no contentissimo del mio lap, potevo fare meglio, il team ha fatto un ottimo lavoro, faccio le mie congratulazioni a Marquez e Abraham, e domani vediamo di fare un buon lavoro. Le Ducati domani saranno tutte forti, dobbiamo stare attenti a Petrucci e a Dovizioso che sicuramente rimonterà, ma non credo che vedremo Jorge Lorenzo. Iniziare davanti è sicuramente positivo”.

Vinales in seconda fila: “Lotterò per la vittoria”.

Il bagnato non ha favorito Maverick Vinales che sull’asciutto era stato sempre davanti nelle libere del weekend. “Perché non sono in pole? Per la pioggia e la pista era bagnata – ha ammesso il catalano che in griglia precede la Yamaha gemella di Valentino Rossi – Nonostante tutto però, abbiamo fatto un buon lavoro. Partire sesto non è male, posso comunque lottare per la vittoria. Mi sento bene e sono motivato per domani, abbiamo grandi possibilità di vincere”.