in foto: Maverick Vinales e Valentino Rossi / GettyImages

Questione che scotte in Yamaha quella dello sviluppo della moto: dopo gli ultimi test a Brno, la Yamaha ha fatto importanti passi in avanti, confermando soluzioni preferite da Valentino Rossi, come la nuova carena aerodinamica che il Dottore ha confermato nel fine settimana al Red Bull Ring. Un’inversione di tendenza rispetto inizio stagione, quando sono state ascoltate e prese in considerazione le indicazioni di Maverick Vinales.

Maverick: “La sua moto andava bene…“.

La nuova carena, alla “Goldrake“ come l'ha chiamata da Valentino, ultima carta aerodinamica arrivata dalla Yamaha, nei test di Brno non aveva convinto Vinales, salvo poi fare un passo indietro e cambiare idea venerdì sera, dopo le prime libere al Red Bull Ring, omologando la soluzione aerodinamica omologata la sera prima per il pesarese per proseguire il fine settimana con il nuovo profilo. “Ho recuperato il ritardo grazie a lui. La sua moto andava bene e così abbiamo scelto lo stesso telaio, con un assetto e una messa a punto molto simile, e ha funzionato” ha confessato Vinales dopo le qualifiche del Gp d'Austria.

Rossi: “Sono il suo collaudatore”.

La risposta di Valentino Rossi non si è fatta attendere: affrontata sia la questione sviluppo che quella degli assetti, senza troppi giri di parole: “Nella mia carriera ho mostrato di essere un ottimo collaudatore e penso che se la Yamaha ascolta me, è meglio. Riusciamo magari a mettere a posto la moto. Ognuno ha uno stile diverso di guida. I piloti fanno scelte anche personali” ha detto Valentino Rossi che su Vinales punge: “Sto facendo il suo collaudatore dunque. Speriamo che domenica mi faccia finire davanti visto che faccio questo lavoro per lui” sorride. “A parte gli scherzi, Vinales è un ottimo pilota e un buon collaudatore. Magari gli manca un po' d'esperienza in generale, magari anche con questa moto”.