in foto: Bradley Smith / Getty

Bradley Smith non dovrà essere sottoposto a intervento chirurgico al dito che lo ha costretto a saltare le qualifiche e il Gp di domenica scorsa sul circuito di Barcellona. Il britannico della KTM è incappato in una caduta nel quarto e ultimo turno di libere e il manubrio della sua RC16 ha premuto a mano sinistra sull’asfalto, provocando una profonda ferita al mignolo. Gli ulteriori controlli svolti durante la settimana hanno fortunatamente chiarito che è non sarà necessario alcun trapianto di pelle.

Smith non dovrà essere operato.

"Dalla caduta di sabato abbiamo ricontrollato il dito ogni 24 ore per verificare che non ci fosse infezione e la progressione della guarigione. Adesso i medici sono positivi di giorno in giorno per come sta andando e sembra che non dovremo fare alcun innesto di pelle o ulteriori operazioni, e questo è fantastico – ha dichiarato Bradley Smith che spera di recuperare in vista Gp d’Olanda del prossimo 25 giugno. "Per Assen non ci aspettiamo un recupero completo ma credo che dovrei riuscire ad essere pronto".

Anche Kallio in Olanda.

"Ora è solo in caso di continuare a fare quanto più possibile per accelerare il recupero con pomate e pulizia. Speriamo in poco più di una settimana di arrivare ad Assen almeno al 90%" ha concluso. Al Montmelò di Barcellona Smith ha saltato anche i test dopo la gara. In pista invece il compagno di squadra Pol Espargaro e il collaudatore Mika Kallio. Kallio, che parteciperà alle gare del Sachsenring e del Red Bull Ring, ha testato nuove componenti mentre Pol Espargaro si è concentrato sul set-up. Dopo i test, il finlandese raggiungerà comunque l'olanda. “Vedremo come andranno le cose con Bradley, se la squadra avrà bisogno di me, ci sarò”.