Asso nella manica per la Yamaha che oggi, nei test a Brno, ha mostrato l’evoluzione della carena aerodinamica per le M1 2017. La nuova soluzione portata in pista da Valentino Rossi e Maverick Vinales arriva alla vigilia della gara al Red Bull Ring di Spielberg, in Austria, un Gp dove lo scorso anno le alette aerodinamiche avevano mostrato grandi vantaggi.

in foto: La nuova carena Yamaha sulla moto di Valentino Rossi / @skysportmotogp

Nuova carena per Rossi e Vinales.

È quindi toccato alla Yamaha mostrare le sue carte, portando al debutto una carena che visivamente si distingue dalla forma del cupolino, schiacciato sui lati, oltre alle ali integrate che adesso sono 4. Nulla a che vedere, dunque, con la soluzione omologata dalla Ducati, che negli ultimi giorni a Brno ha presentato la carena “alata”, una soluzione ingegnosa attraverso la quale Borgo Panigale ha trovato il miglior compromesso al divieto di appendici aerodinamiche imposto dal regolamento di questa stagione.

La Yamaha di Maverick Vinales con la nuova carena aerodinamica / MotoGp.comin foto: La Yamaha di Maverick Vinales con la nuova carena aerodinamica / MotoGp.com

Come detto, la principale differenza rispetto alla precedente carena aerodinamica, riguarda il cupolino, che ricorda le linee già viste sulle KTM, anche se il sistema Yamaha appare più complesso e include una presa d’aria sotto allo schiacciamento. Come anticipato, la Yamaha prova anche un terzo nuovo telaio, anche se le informazioni a riguardo al momento sono contrastanti. Alcuni media sostengono che è Valentino a collaudarlo in pista, altri invece che sarà Maverick a portarlo al debutto. Come previsto, anche Andrea Dovizioso ha provato la nuova carena Ducati nella configurazione che Jorge Lorenzo ha utilizzato in gara a Brno.

Il cupolino schiacciato ai lati ricorda le linee già viste sulle KTMin foto: Il cupolino schiacciato ai lati ricorda le linee già viste sulle KTM