Prima dello stop invernale MotoGp che da regolamento vieta ogni prova fino ai primi test di Sepang, alcune squadre della classe regina sono tornate in pista oggi a Jerez per un test privato insieme ad alcuni team della Superbike. Presenti i team factory Suzuki, Aprilia, KTM e Aprilia oltre ai piloti dei team satelliti di Honda e Ducati. Non presente il Ducati team, che per il neoacquisto Jorge Lorenzo non ha ricevuto il via libera ai test di Valencia. Per lo stesso motivo, anche Pol Espargaro non ha potuto provare con la KTM. Assente Alex Rins, costretto a saltare il test per l’infortunio nei test di Valencia, così come assenti sono Marc Marquez e Dani Pedrosa dopo la decisione della Honda di cancellare il test con i piloti del team ufficiale e sfruttare successivamente la finestra di collaudi nel 2017. Per la casa Alata a Jerez solo il collaudatore Hiroshi Aoyamaha e Jack Miller con la Honda del team EG 0,0 Marc Vds. A Jerez non è presente nemmeno la Yamaha che ha invece scelto Sepang per far provare la nuova moto 2017 alla coppia Rossi-Vinales, in pista in Malesia insieme ai rookie del team Tech3, Folger e Zargo.

Barbera-Baz, tra loro Rea a 1 decimo.

Il miglior riferimento della prima delle tre giornate di test a Jerez è stato il portacolori del team Avintia, Hector Barbera con il tempo di 1’39.614 davanti alla Kawasaki di Jonathan Rea (+0.125) e al compagno di squadra Loris Baz (+0.192). Alle loro spalle Alvaro Bautista che con la Ducati del team Aspar precede quella del team Pramac affidata a Scott Redding. Sesto tempo per Aleix Espargaro su Aprilia e il collaudatore del Ducati test team Michele Pirro. Ottavo Andrea Iannone che, dopo essere stato tra i più veloci della prima metà giornata, chiude con un ritardo di 5 decimi dal riferimento. Completano la top ten della prima giornata Jack Miller e Chaz Davies. Undicesimo Danilo Petrucci, al debutto sulla Gp17.

Classifica dei tempi di mercoledì 23 novembre