È una Ducati super, decisamente la più efficace degli ultimi anni, nonostante la factory di Borgo Panigale non abbia ancora provato la soluzione aerodinamica sviluppata durante l’inverno per sopperire al divieto di alette aerodinamiche introdotto dal regolamento tecnico 2017: a chiudere davanti a tutti la prima giornata di test del Qatar è Andrea Dovizioso che è riuscito a spingere la sua Desmosedici Gp17 sotto il muro dell’1’55, fino a siglare il tempo di 1’54.819, di oltre 1 decimo più veloce del record del circuito di Losail (1'54.927 di Jorge Lorenzo su Yamaha nel 2016).

La Ducati vola con Dovizioso.

Il riferimento del forlivese è arrivato al 26° giro completato, a circa due ore dalla fine della sessione, ed è rimasto il miglior crono nonostante alle sue spalle Maverick Vinales sia riuscito a contenere in 360 millesimi il ritardo. Come a Valencia, quindi a Sepang e Philip Island, lo spagnolo ha mostrato l’ottimo feeeling in sella alla Yamaha, confermandosi la prima moto della casa dei Tre Diapason in pista. Più staccati Cal Crutchlow (+0.601) in sella alla Honda del team LCR e Karel Abraham (+0.794) sulla Ducati GP15 schierata dal team Aspar.

in foto: Andrea Dovizioso / MotoGp.com

5° Lorenzo, 7° Rossi.

Quinto tempo per Jorge Lorenzo che dopo aver viaggiato nelle posizioni alte della classifica chiude con un ritardo di 797 millesimi dal tempo del compagno di squadra, davanti al rookie del team Yamaha Tech3 Jonas Folger (+0.821). Settimo tempo per Valentino Rossi (+0.860) che nelle fasi finali della giornata è riuscito a rientrare nella top ten, piazzando la sua Yamaha davanti alla Honda ufficiale di Dani Pedorsa (+0.873). Completano le prime dieci posizioni del day-1 Johann Zarco (+0.885) e Andrea Iannone (+0.932), quest’ultimo incappato in una scivolata senza conseguenze in curva 6.

Due cadute per Marc Marquez.

A provare l’asfalto anche Marc Marquez, caduto due volte durante la giornata: la prima caduta dello spagnolo è arrivata alla prima uscita in sella alla Honda con la nuova carena aerodinamica. Lo spagnolo è poi tornato in pista con una carena standard, tuttavia è incappato in una seconda caduta nelle fasi finali della giornata. Per il campione del mondo in carica nessuna particolare conseguenza ma solo il 12 tempo di giornata, dietro alla Ducati Pramac di Danilo Petrucci. Due cadute anche per Pol Espargaro, il primo a provare l’asfalto nelle prime battute della sessione, e nuovamente giù a circa 15 minuti dal termine, probabilmente per il cambio repentino delle temperature. A incappare in una caduta negli ultimi minuti anche Alex Rins e Sam Lowes.

La Honda di Marc Marquez riportata al box / Twitter @GoldandGoosein foto: La Honda di Marc Marquez riportata al box / Twitter @GoldandGoose

Classifica dei tempi MotoGP – test Qatar 10 marzo 2017.

1. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (Desmosedici GP17) 1m 54.819s [Lap 26/36]
2. Maverick Viñales ESP Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 1m 55.179s +0.360s [49/60]
3. Cal Crutchlow GBR LCR Honda (RC213V) 1m 55.420s +0.601s [28/28]
4. Karel Abraham CZE Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP15) 1m 55.613s +0.794s [42/42]
5. Jorge Lorenzo ESP Ducati Team (Desmosedici GP17) 1m 55.616s +0.797s [27/46]
6. Jonas Folger GER Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1)* 1m 55.640s +0.821s [27/37]
7. Valentino Rossi ITA Movistar Yamaha MotoGP (YZR-M1) 1m 55.679s +0.860s [43/48]
8. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 55.692s +0.873s [21/38]
9. Johann Zarco FRA Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1)* 1m 55.705s +0.886s [45/54]
10. Andrea Iannone ITA Team Suzuki Ecstar (GSX-RR) 1m 55.751s +0.932s [30/41]
11. Danilo Petrucci ITA Octo Pramac Racing (Desmosedici GP17) 1m 55.830s +1.011s [33/41]
12. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 55.899s +1.080s [16/39]
13. Aleix Espargaro ESP Factory Aprilia Gresini (RS-GP) 1m 55.916s +1.097s [32/43]
14. Jack Miller AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V) 1m 56.017s +1.198s [49/59]
15. Scott Redding GBR Octo Pramac Racing (Desmosedici GP16) 1m 56.085s +1.266s [23/37]
16. Alvaro Bautista ESP Aspar MotoGP Team (Desmosedici GP16) 1m 56.116s +1.297s [31/43]
17. Loris Baz FRA Reale Avintia Racing (Desmosedici GP15) 1m 56.193s +1.374s [25/31]
18. Alex Rins ESP Team Suzuki Ecstar (GSX-RR)* 1m 56.589s +1.770s [41/48]
19. Pol Espargaro ESP Red Bull KTM Factory Racing (RC16) 1m 56.665s +1.846s [44/46]
20. Sam Lowes GBR Factory Aprilia Gresini (RS-GP)* 1m 57.090s +2.271s [24/38]
21. Tito Rabat ESP Estrella Galicia 0,0 Marc VDS (RC213V) 1m 57.455s +2.636s [36/46]
22. Mika Kallio FIN KTM Test Rider (RC16) 1m 58.039s +3.220s [32/32]
23. Bradley Smith GBR Red Bull KTM Factory Racing (RC16) 1m 58.755s +3.936s [35/46]